La Cina proverà a far accoppiare scimmie nello spazio

La Cina proverà a far accoppiare scimmie nello spazio
4 novembre 2022

I taikonauti cinesi nella stazione spaziale nazionale Tiangong, appena completata, effettueranno un esperimento riproduttivo usando scimmie. Zhang Lu, ricercatore presso l’Accademia delle scienze cinese, ha spiegato che l’esperimento verrà condotto presso il Wentian, il modulo più ampio della stazione speciale. Al momento presso i due laboratori biologici della stazione spaziale ci sono solo alghe, pesci, ma non ancora animali biologicamente più articolati. In seguito però, ha spiegato Zhang, ci saranno “studi che coinvolgono cavie e macachi per vedere come crescono e come si riproducono nello spazio”. Questi esperimenti, ha aggiunto, “aiuteranno a migliorare la nostra comprensione dell’adattamento di un organismo alla microgravità e gli altri contesti nello spazio”.

Non risultano accoppiamenti tra umani

Non sarà tuttavia semplice passare ad animali di dimensioni più importanti. “Gli astronauti dovranno alimentarli e affrontare la questione dei rifiuti”, ha spiegato il professore Kehkooi Kee dell’Università Tsinghua. Questi esperimenti, in particolare quelli con le scimmie che sono molto simili agli umani, saranno sempre più “necessari”. Al momento non risultano esserci stati casi di accoppiamento tra umani nello spazio, che presenta varie difficoltà, anche se sull’argomento esistono diverse voci mai confermate. Durante la guerra fredda, scienziati sovietici tentarono di far accoppiare alcune cavie durante un volo spaziale e alcuni mostrarono segni di gravidanza, anche se poi non ci fu alcuna nascita al ritorno sulla terra. Gli scienziati sospettarono allora che l’esposizione ai raggi cosmici, che nello sazio sono centinaia di volti più forti che sulla Terra, per lunghi periodi potrebbe aver danneggiato la qualità dello sperma. Altri problemi sono posti dalla mancanza di gravità.

Leggi anche:
Massacro a Gaza: 104 palestinesi in attesa di aiuti umanitari uccisi durante l'attacco israeliano
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti