La Germania pronta ad autorizzare la Polonia a invio carri Leopard

La Germania pronta ad autorizzare la Polonia a invio carri Leopard
23 gennaio 2023

La Germania è pronta ad autorizzare la Polonia all’invio di carri armati Leopard all’Ucraina. Lo riferisce il ministro degli Esteri tedesco, Annalena Baerbock, secondo quanto si legge su Twitter dalla France Presse.  Dunque, ora il governo tedesco starebbe seriamente prendendo in considerazione la possibilità di dare i famosi carri armati a Kiev. In particolare i media indicano nei 19 Leopard usati per addestramento i più probabili mezzi pesanti in partenza. Tenendo fermo che la Germania ha oltre 200 Leopard operativi.

Anche il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius ha affermato che una decisione in merito all’invio dei carri armati di fabbricazione tedesca Leopard in Ucraina verrà presa presto. Parlando in un’intervista con la Tv tedesca Ard, Pistorius ha detto che Berlino ha molti fattori da considerare e che non è il caso di prendere una decisione affrettata. Tali fattori includono le conseguenze per la sicurezza della popolazione tedesca. Il Cremlino intanto rinnova le sue minacce all’Occidente: “La fornitura di armi offensive a Kiev porterebbe a un disastro globale”, sono state le parole dello speaker della Duma russa, Viacheslav Volodin. Minacce che non fermano le forniture militari: le ultime arrivate in Ucraina sono gli elicotteri Sea King inviati dalla Gran Bretagna. 

La Francia, da canto suo, non esclude la possibilità di consegnare carri armati pesanti “Leclerc” all’Ucraina per sostenerla nella sua guerra contro la Russia. Lo ha annunciato il presidente francese Emmanuel Macron, nella conferenza stampa congiunta con il cancelliere tedesco Olaf Scholz. La questione della consegna dei Leopard a Kiev ha fatto salire la tensione tra Usa e Germania. Secondo la Suddeutsche Zeitung, Washington non avrebbe gradito le dichiarazioni dei media secondo cui Szholz, al telefono con Biden, avrebbe legato il possibile invio dei Leopard a Kiev a quello dei carri armati Abrams da parte degli Usa. Il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin avrebbe avuto un acceso scontro verbale con il capo della cancelleria tedesca Wolfgang Schmidt ai margini del vertice di Ramstein.

Leggi anche:
Onu: sempre meno prospettive sulla pace in Ucraina
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti