La Russia sospesa dai Mondiali, Fifa: non è stata decisione facile

La Russia sospesa dai Mondiali, Fifa: non è stata decisione facile
Gianni Infantino
1 aprile 2022

La Russia è stata sospesa sia a livello di nazionale sia a livello di club, tanto dalla Fifa che dalla Uefa, “fino a nuova comunicazione”, a seguito dell’invasione militare dell’Ucraina da parte delle truppe russe. Il presidente della Fifa Gianni Infantino ha ammesso che sospendere la Russia, a causa dell’invasione in Ucraina, dai Mondiali del 2022 in programma in Qatar (21 novembre-18 dicembre) non è stata una decisione facile. Ma la delegazione russa partecipa al 72esimo congresso a Doha, assieme all’Ucraina.

“Abbiamo dovuto sospendere la Russia e le squadre russe dalla partecipazione. Non è una decisione facile, ovviamente no, perché si tratta di persone che amano il calcio, come tutti gli altri, ma dovevamo prendere una decisione, e ora dobbiamo guardare avanti e sperare che le ostilità possano fermarsi”. “La Russia come unione calcistica, come ogni altra federazione, non è stata sospesa dalla Fifa e ha partecipato anche a questo congresso, perché se non abbiamo queste occasioni per mettere insieme le persone come a questo congresso, allora non finiremo mai”, ha sottolineato Infantino.

Immediata la replica dei russi. Alexey Sorokin, esponente della delegazione della Federcalcio russa, ha criticato la sospensione del suo Paese da parte della Fifa e l’ha definita ingiusta. Sorokin ha incontrato i giornalisti prima dell’inizio del 72esimo congresso dell’organo di governo del calcio mondiale nella capitale del Qatar, Doha. L’ex membro del Consiglio Fifa ha detto di considerare strano che la nazionale russa non sia autorizzata a partecipare agli eventi internazionali. Mosca ha presentato appello alla Corte di Arbitrato dello Sport e attende il verdetto.

Leggi anche:
Juventus, si dimette tutto il cda su proposta di Andrea Agnelli

“Pensiamo che i nostri calciatori, gli amanti del calcio, siano stati trattati iniquamente; non hanno nulla a che fare con questo”, ha detto Sorokin, alla vigilia del sorteggio del Mondiale – in programma proprio in Qatar – di venerdì. A inizio mese, la Federcalcio russa ha manifestato il suo interesse a ospitare l’Europeo nel 2028 o nel 2032, malgrado i provvedimenti inflitti al Paese.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti