L’altolà di Biden a operazione su Rafah. Ue a Usa: niente più armi a Israele

L’altolà di Biden a operazione su Rafah. Ue a Usa: niente più armi a Israele
Joe Biden e Benjamin Netanyahu
13 febbraio 2024

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha sollevato le sue preoccupazioni riguardo all’annunciata operazione militare da parte di Israele su Rafah, e ha invece proposto l’idea di una tregua prolungata come parte di un accordo sugli ostaggi in corso. Durante una conferenza stampa alla Casa Bianca con il re Abdallah II di Giordania, Biden ha riaffermato il sostegno degli Stati Uniti per l’obiettivo di Israele nel contrastare Hamas, ma ha anche evidenziato il devastante costo umano del conflitto attuale.

“Troppo, troppo sono i 27 mila palestinesi uccisi, inclusi migliaia di bambini”, ha dichiarato Biden. Ha sottolineato che ogni vittima innocente sia palestinese che israeliana rappresenta una tragedia. Biden ha espresso preoccupazione per la sicurezza e il benessere delle persone a Rafah, sottolineando la necessità di proteggere gli oltre un milione di rifugiati che si trovano lì, molti dei quali sono stati costretti a fuggire dalle violenze nel Nord. Il presidente americano ha annunciato gli sforzi degli Stati Uniti per raggiungere un accordo di tregua di almeno sei settimane, che offrirebbe una finestra di opportunità per negoziare una soluzione più duratura al conflitto. “Stiamo lavorando instancabilmente con Israele e Hamas per raggiungere questo obiettivo”, ha affermato Biden con determinazione.

 

 

Il re Abdallah II di Giordania ha sottolineato invece l’urgenza di un cessate il fuoco immediato e duraturo, criticando le restrizioni sugli aiuti umanitari che stanno causando condizioni inumane nella regione. Ha denunciato l’aumento della violenza in West Bank e a Gerusalemme, mettendo in guardia contro le conseguenze dell’espansione degli insediamenti illegali. A Bruxelles, intanto, l’Alto Rappresentante per la Politica estera e di sicurezza comune dell’Ue, Josep Borrell, ha espresso chiaramente la disapprovazione dell’Europa per le azioni di Israele nel conflitto in corso. “Dobbiamo porre fine al massacro di civili palestinesi a Gaza”, ha esortato Borrell, chiedendo agli Stati Uniti e ad altri paesi fornitori di armi a Israele di sospendere le consegne di armi.

Leggi anche:
Meloni prova a chiudere 'caso' aborto: falso, è una scorrettezza

 

 

Ha criticato i piani di Israele per attaccare Rafah e ha ribadito l’importanza di preservare l’Unrwa e garantire il finanziamento per gli aiuti umanitari. “L’Europa deve agire con decisione per proteggere i civili innocenti e garantire un futuro di pace e prosperità per la regione”, ha dichiarato Borrell. In sostanza, mentre il mondo continua a esprimere crescente preoccupazione per il conflitto in corso in Medio Oriente, si fa sempre più urgente la ricerca di soluzioni che portino a una pace duratura e garantiscano la sicurezza e la dignità per entrambe le parti coinvolte. “Dobbiamo lavorare insieme per porre fine alla violenza e avviare un dialogo costruttivo”, ha sottolineato Biden, evidenziando l’importanza della cooperazione internazionale nella risoluzione del conflitto.

 

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti