Tronchetti: “Nessuna preclusione Conte all’Inter”

Tronchetti: “Nessuna preclusione Conte all’Inter”
10 maggio 2017

Colpo di scena all’Inter. Con un comunicato arrivato nella tarda serata di ieri, la società nerazzurra ha esonerato Stefano Pioli dalla guida tecnica della prima squadra. “F.C. Internazionale Milano comunica di aver sollevato l’allenatore Stefano Pioli ed il suo staff tecnico dalla guida della prima squadra – si legge nella nota – L’Inter ringrazia Stefano ed i suoi collaboratori per la dedizione ed il duro lavoro svolto per il Club durante gli ultimi sei mesi di quella che si è rivelata una stagione difficile”, si legge. “L’attuale tecnico della Primavera, Stefano Vecchi, è stato incaricato della gestione della prima squadra con effetto immediato e per le tre partite stagionali ancora da giocare. La società inizierà fin da ora a lavorare in vista della prossima stagione sportiva”, conclude il comunicato nerazzurro. Il ribaltone potrebbe avere riverberi significativi anche nello staff dirigenziale: pare infatti imminente l’arrivo di Walter Sabatini, ex direttore sportivo della Roma, come responsabile dell’area tecnica. La prima scelta di Sabatini per la guida tecnica sarebbe quella di Antonio Conte.

“Il calcio è fatto in questo modo, quando c’è una serie di risultati negativi l’allenatore purtroppo se ne deve assumere la responsabilità, è il calcio…”. Così l’Ad di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, in merito all’esonero dell’allenatore dell’Inter, Stefano Pioli. “Ottimo Pioli ma purtroppo non ha funzionato in questo ultimo periodo”, ha aggiunto. L’Ad Pirelli parla di “scelta della società”, in merito  all’esonero dell’allenatore a tre giornate dalla fine, aggiungendo “proprio perché mancano tre giornate forse è anche normale che la società si assuma la responsabilità”. Prossimo allenatore Conte? “Questo sta alla società, sicuramente sarà un grande allenatore”. “Io vorrei – ha detto ancora – quello che sarà in grado di dare ai tifosi interisti la squadra che sognano”. Nessuna preclusione a Conte? “Nessuna preclusione” ha risposto Tronchetti, “l’Inter ha ottimi giocatori va rafforzata, la volontà della proprietà è questa”. I cinesi di Suning, “hanno dimostrato che vogliono essere proprietari dell’Inter a Milano, mi sembra una cosa importante. La squadra è italiana con proprietà cinese che sta a Milano”. “Le radici milanesi non possono essere tolte – ha concluso l’Ad di Pirelli – Mi risulta che Steven Zhang stia imparando l’italiano…”.

Leggi anche:
Il Napoli alla pari per 84' a Madrid, poi va ko 4-2
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti