L’Italia è in fiamme da nord a Sud, roghi in tutto il Paese

31 luglio 2021

L’Italia brucia, da nord a sud tutto il Paese è alle prese con una serie di roghi che stanno devastando il patrimonio boschivo. I Vigili del fuoco hanno effettuato oltre 500 interventi nelle ultime ore per incendi della vegetazione in tutto il Paese, maggiori criticità in Sicilia, Lazio, Puglia e Campania. In particolare, dopo la Sardegna, ora la regione più colpita è proprio la Sicilia, soprattutto la zona del Catanese con più di 30 roghi, alcuni dei quali hanno colpito la zona industriale e quella dei Lidi e dei villaggi turistici. Uno storico lido è stato distrutto e alcuni ospiti sono addirittura fuggiti via mare. Alcune abitazioni sono state interessate dalle fiamme e sono state necessarie alcune evacuazioni.

Anche l’aeroporto di Fontanarossa è stato chiuso per 2 ore, così come la Tangenziale Ovest, per permettere ai mezzi aerei di intervenire. I Canadair e gli elicotteri, coordinati dalla Protezione Civile, hanno completato 25 missioni antincendio in tutta Italia, 13 delle quali solo in Sicilia. Un impegno gravoso che, però, ha permesso di estinguere, assieme alle squadre di terra di almeno 9 dei diversi roghi divampati in tutta Italia. Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio aveva previsto una visita ufficiale nelle zone colpite, a partire dalla Sardegna ma ha rimandato a causa delle condizioni meteo non favorevoli che hanno determinato la proclamazione dell’allerta gialla in diverse regioni italiane, soprattutto al nord.

Leggi anche:
Coronavirus, Gimbe: "Ricoverati quasi tutti non vaccinati"
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti