Magistrati, sanzioni più dure chi sbaglia

11 giugno 2014

Un emendamento introduce la responsabilità dei magistrati che sbagliano con sanzioni più dure. Il governo, infatti, e’ stato battuto in Aula sul voto a scrutinio segreto all’emendamento della Lega che, di fatto, introduce una responsabilita’ civile diretta dei magistrati, per 7 voti: sono stati infatti 187 i si’ e 180 i no. Il Movimento 5 Stelle si e’ astenuto, come alcuni deputati di Sel. L’emendamento, in pratica, prevede che “chi ha subito un danno ingiusto per effetto di un comportamento, di un atto o di un provvedimento giudiziario posto in essere dal magistrato in violazione manifesta del diritto o con dolo o colpa grave nell’esercizio delle sue finzioni, ovvero per diniego di giustizia, puo’ agire contro lo Stato e contro il soggetto riconosciuto colpevole per ottenere il risarcimento dei danni patrimoniali e anche di quelli non patrimoniali che derivino da privazione della liberta’ personale”. Inevitabili le reazioni. Il Pd getta acqua. Il provvedimento deve “ancora passare al Senato e li’ modificheremo la norma”, garantisce il deputato Ettore Rosato. Esultano, invece, Forza Italia e la Lega, esultano: “E’ stata una votazione legittima”, ribatte Francesco Paolo Sisto. E Jole Santelli aggiunge: “E’ importantissimo il voto di oggi sulla responsabilita’ civile magistrati. Anche i 5 Stelle mostrano soddisfazione: “La nostra decisione di astenerci ha tirato fuori tutta l’ipocrisia del Pd”, dice il grillino Andrea Colletti.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:
Toscana 2020, Giani serra le file e chiama a unità Pd e Iv

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti