Maltempo, oltre 100 morti in Nord Europa tra Germania e Belgio

15 luglio 2021

Oltre 100 persone sono morte nella Germania occidentale e in Belgio e molte altre sono disperse a causa di gravi inondazioni, afferma la polizia. L’eccezionale ondata di maltempo sta colpendo tutta quella zona del nord Europa investendo anche l’Olanda. La peggiore delle inondazioni si è verificata negli stati della Renania-Palatinato e del Nord Reno-Westfalia, dove sono stati spazzati via edifici e automobili. Altre precipitazioni record in alcune parti dell’Europa occidentale che hanno causato lo strappo degli argini dei grandi fiumi. Anche i Paesi Bassi sono stati duramente colpiti, con inondazioni dei fiumi che hanno danneggiato molte case nella provincia meridionale del Limburgo. Anche alcune case di cura sono state evacuate.

Malu Dreyer, capo dello stato tedesco della Renania-Palatinato, ha descritto l’inondazione come una “catastrofe”. “Ci sono morti, dispersi e molte persone ancora in pericolo”, ha detto. “Tutti i nostri servizi di emergenza sono in azione 24 ore su 24 e rischiano la propria vita”. La cancelliera Angela Merkel, che si trova negli Stati Uniti in vista di un incontro con il presidente Joe Biden, si è detta “scioccata dal disastro” e ha annunciato su twitter che molti paesi hanno già annunciato la loro disponibilità ad aiutare. Almeno 19 persone sono morte nel distretto di Ahrweiler della Renania-Palatinato, dopo che il fiume Ahr, che sfocia nel Reno, ha rotto gli argini. Elicotteri della polizia e centinaia di soldati sono stati dispiegati in alcune aree per aiutare i residenti bloccati. In precedenza, la polizia aveva detto che decine di persone stavano aspettando sui tetti di essere soccorse. Le scuole sono state chiuse nell’ovest del paese, mentre i collegamenti di trasporto sono stati gravemente interrotti.

Almeno altri sei sono morti nel vicino Belgio e la città di Liegi ha invitato tutti i residenti ad andarsene. Il governatore ad interim della provincia di Liegi, Catherine Delcourt e il sindaco di Liegi Willy Demeyer consigliano pertanto agli abitanti e ai commercianti dei distretti sulle rive della Mosa (Coronmeuse, Saint-Léonard o il centro città) di adottare misure preventive come che svuotare le cantine, fornire materiali impermeabili per la finestra del seminterrato o addirittura alzare le attrezzature. Nella notte da mercoledì a giovedì, una squadra di otto vigili del fuoco di Anversa è partita per assistere la provincia di Liegi. Tra questi, cinque subacquei con barche di salvataggio e attrezzature, che aiuteranno i militari a evacuare le persone dalle loro case e a localizzare le persone scomparse, se necessario.

Leggi anche:
Coronavirus, senza sosta i ricoveri. Brusaferro: crescita significativa dei nuovi casi tra 6 e 11 anni
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti