Manovra, tra emendamenti segnalati testo su patrimoniale Pd-Leu

Manovra, tra emendamenti segnalati testo su patrimoniale Pd-Leu
4 dicembre 2020

E’ tra gli emendamenti alla manovra segnalati dai gruppi la proposta, firmata da Nicola Fratoianni (Leu) e Matteo Orfini (Pd), che punta a introdurre una patrimoniale. L’emendamento era stato dichiarato inammissibili ma i due deputati hanno fatto ricorso e la proposta di modifica ieri è stata riammessa. Ora l’emendamento è nel fascicolo dei segnalati e la commissione Bilancio della Camera dunque si dovrà esprimere in proposito.

Peraltro oggi, alla vigilia del voto in Parlamento sul Mes, di patrimoniale ha parlato anche Beppe Grillo sul suo blog. Beppe Grillo sottolinea che il Mes “è uno strumento inadatto e inutile” e suggerisce invece che la patrimoniale insieme al recupero della tassa sugli immobili della Chiesa, potrebbero essere la soluzione per reperire risorse senza interessi. Nel testo si chiede l’abolizione dell’Imu e dell’imposta di bollo sui conti correnti e di deposito titoli, per sostituirle con un’aliquota progressiva minima dello 0,2% sui grandi patrimoni la cui base imponibile è costituita da una ricchezza netta superiore a 500 mila euro e fino a 1 milione di euro per arrivare al 2% oltre i 50 milioni di euro. Per il 2021, invece, l’emendamento introduce un’aliquota del 3% per i patrimoni superiori al miliardo di euro. Infine, per i patrimoni all’estero suscettibili di produrre redditi imponibili in Italia propone multe che vanno dal 3% al 15% dell’importo non dichiarato.

Leggi anche:
Europee, FdI: voto fuori sede un successo storico del governo
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti