Medici aggrediti, un pericoloso fenomeno globale

14 maggio 2020

Sono i veri eroi del momento, eppure mai come oggi i medici e gli infermieri sono vittima di violenze in tutto il mondo. Un fenomeno globale, spesso archiviato come incidente isolato. Un medico è stato preso a pugni su un autobus di Chicago. Due lapidati dalla folla nella città indiana di Indore. Almeno 21 in Messico sono stati aggrediti. La Cina ha dovuto addirittura varare una legislazione ad hoc, dopo che una dottoressa era stata pugnalata.

Mentre in Australia il personale medico ha ricevuto sputi e insulti da pazienti in attesa di essere testati per il Covid 19. Per non parlare degli strani casi di medici caduti dalla finestra in Russia. L’Organizzazione mondiale della sanità stima che sino al 38% di loro in tutto il mondo abbia subito violenze fisiche. Uno su sette in Inghilterra nel giro di un anno. Uno su tre in Australia. Tre su quattro in India. E ora che la paura del contagio è amplificata dalla disinformazione, sembra esserci un incentivo agli attacchi, con gli operatori sanitari più visibilie vulnerabili che mai, di fronte a una violenza assurda e senza confini.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it
Leggi anche:
Arkansas, sparatoria in uno store: due morti e otto feriti


Commenti