Megane e-tech electric, sfida di Renault alla decarbonizzazione

Megane e-tech electric, sfida di Renault alla decarbonizzazione
28 aprile 2022

Renault corre verso l’elettrificazione totale dei suoi mezzi. E ai più scettici e ai nostalgici del motore endotermico dice “fidatevi”. Non lo fa solo a parole, ma appoggiando sull’asfalto una berlina compatta che rivoluziona il vecchio adagio “voiture a vivre” della casa automobilistica francese. Si chiama Megane e-tech electric e racchiude un concentrato di tecnologie all’avanguardia che gli ingegneri hanno sperimentato a partire da un foglio bianco, mettendo a frutto l’esperienza e i dati registrati in dieci anni. Con questo nuovo modello Renault indica la strada della decarbonizzazione della mobilità: zero emissioni in fase di utilizzo, uso di materiali riciclati nella progettazione, batterie di seconda vita e alto tasso di riciclabilità a fine vita. Carlo Leoni, direttore Comunicazione di Renault Italia.

“L’anno scorso è stato lanciato il piano ‘revolution’ di Renault che prevede il passaggio da una politica di volumi a una politica di valori. In questo passaggio c’è, ovviamente, una grande sfida tecnologica che passa attraverso i prodotti. Megane e-tech electric rappresenta la prima vettura frutto di questa strategia. E’ sicuramente una svolta dal punto di vista del design, dello stile di guida di Renault, della connettività grazie al nuovo grande schermo ‘OpenR’ e sicuramente rappresenta una svolta dal punto di vista della mobilità elettrica”. Il colpo d’occhio ancora prima di salire a bordo: la nuova Megane si presenta con un design ‘sensual-tech’, elegante ma con elementi molto tecnologici come le griglie di ventilazione, le incisioni laser dei decori sulle protezioni sottoporta e le maniglie delle porte a filo carrozzeria che si attivano automaticamente. Compatta (lunga solo 4,20 metri), nasconde una batteria ultra sottile di 110 millimetri, un nuovo motore fino a 218 cavalli di potenza e 7,4 secondi di accelerazione 0-100 km. Dichiarati 470 km di autonomia. All’interno quello che non ti aspetteresti: tanto spazio e tanta tecnologia.

Leggi anche:
La capsula "Starliner" della Boeing attraccata sulla Iss

Non bastano due ore di prove sulle colline delle Langhe per scoprire i 26 sistemi di assistenza alla guida o le potenzialità racchiuse nel cruscotto multimediale che si connette in tutto e per tutto con lo smartphone di chi guida, con la possibilità di programmare ogni viaggio e pianificare i tempi di ricarica. La frenata rigenerativa è a quattro livelli azionabile con palette al volante. Insomma, una rivoluzione completa per i francesi che con la Megane e-tech electric inaugurano anche il nuovo logo. “Da questo punto di vista non si vende più un’auto, ma si vende un’auto e si vendono i servizi. Nel Dna di Renault c’è sempre stata una grande attenzione alla persona, un approccio diverso a quello che è il mondo dell’automotive. Il tempo è centrale, quindi salvaguardare il tempo dei nostri clienti e facilitare la vita dei nostri clienti a bordo nel momento in cui guidano un veicolo confortevole e tecnologico e quando non sono a bordo garantendo tutta una serie di servizi che vanno da facilitazioni come il servizio wallet per rimanere a casa e farsi venire a prendere a casa l’auto per la manutanzione. Piccoli servizi che aiutano a rendere più tranquilla la vita di un automobilista e in particolare un automobilista elettrico”. Megane è rivolta a un pubblico molto vasto. Nei concessionari arriverà tra fine maggio e inizio giugno. Si sta per concludere la formazione di 30mila venditori Renault che accompagneranno i clienti a questa grande rivoluzione elettrica.

Leggi anche:
Oltre 4mila per assistere Agamennone, al via stagione al Teatro greco
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti