Meloni a question time, interviene Schlein su salario minimo

Meloni a question time, interviene Schlein su salario minimo
Giorgia Meloni
14 marzo 2023

La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, domani alle 15 risponderà al question time alla Camera, per la prima volta da quando è capo del governo. A quanto si apprende, sarà l’occasione per il primo confronto diretto con la segretaria del Partito democratico, Elly Schlein: sarà lei infatti a intervenire sull’interrogazione presentata dai dem sul salario minimo. In particolare, nel testo si chiede alla premier “quali siano le ragioni della contrarietà alla sperimentazione del salario minimo legale, tenuto conto della mancata adozione di misure alternative, nonché di interventi volti a migliorare realmente la condizione delle lavoratrici e dei giovani lavoratori, quali un significativo ampliamento del congedo paritario, coerentemente con le migliori prassi europee”. 

Sempre secondo quanto si apprende, il Terzo Polo interrogherà invece Meloni sul Mes, per chiedere “se e quando intenda presentare in Consiglio dei ministri il disegno di legge di ratifica della riforma del Trattato”. l M5s, viene spiegato, dovrebbe presentare un’interrogazione sul tema dell’aumento dei mutui. Per Avs, invece, interverrà Angelo Bonelli che porrà il tema energetico. In particolare, nel testo si chiede “quale è la strategia energetica del governo per raggiungere gli obiettivi climatici al 2030 fissati dall’Unione europea, anche attraverso la direttiva EPBD e se nell`ambito di tale strategia è prevista l`autorizzazione di centrali nucleari da fissione”.

Leggi anche:
In statuto Fi arriva stretta su morosi: rischio decadenza incarichi

Durante il question time di domani alla Camera, la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, risponderà anche sul tema dei migranti e in particolare sul mancato soccorso all’imbarcazione, a bordo della quale c’erano 47 persone, segnalata tra venerdì e sabato a circa 100 miglia dalle coste libiche. Il segretario di +Europa, Riccardo Magi, ha presentato infatti una interrogazione in cui si chiede alla premier perché “considerati i fatti esposti in premessa, le autorità italiane non siano intervenute con propri assetti e non abbiano invitato a intervenire assetti militari presenti nell’area”.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti