Meloni insultata da docente universitario, la sinistra tace

Meloni insultata da docente universitario, la sinistra tace
Giorgia Meloni
20 febbraio 2021

“Ieri sera m’è preso il mal di miserere quando ho sentito quell’ortolana della Meloni(…) Datemi dei termini: una rana dalla bocca larga? Una vacca? Una scrofa? Cosa devo dire?”. “Ma a voi sembra normale che un docente universitario usi un linguaggio simile?” E’ quanto scrive su Facebook la presidente di Fratelli d`Italia Giorgia Meloni, aggiungendo: “vi immaginate se queste frasi fossero state rivolte nei confronti di una qualsiasi esponente di sinistra cosa sarebbe accaduto? Come donna e come politico, sono veramente stufa di dover subire questo tipo di attacchi diffamanti e osceni. P.S. il Rettore dell’Università di Siena e il Ministro dell’Università e della Ricerca non hanno nulla da dire? E il Pd, che lo nominò assessore”.

La solidarietà

“Gli insulti gratuiti e violenti, ancor più quando indirizzati contro una donna, vanno condannati con rigore e determinazione. Solidarietà a Giorgia Meloni”. Lo scrive su Twitter Mariastella Gelmini, ministra per gli Affari regionali e le autonomie.

“Sono inaccettabili i gravissimi insulti che Gozzini ha rivolto a Giorgia Meloni. Sono sempre sinonimo di inciviltà e incapacità di accettare che gli altri abbiano idee diverse. Quando però arrivano da un professore universitario, che deve formare giovani, non possiamo tacere e tollerare. Il docente dell’università di Siena dovrà rispondere di quanto ha affermato oggi in ogni sede. È evidente che il clima di violenza, per ora verbale, contro il leader dell’opposizione richiama tempi e metodi oscuri”. Lo dichiara il presidente dei deputati di Fdi Francesco Lollobrigida. “Piena solidarietà e massimo appoggio – aggiunge- al nostro Presidente, colpevole solo di coerenza e lealtà. Attendiamo dalla sinistra ferma condanna nei confronti di queste ignobili parole e un immediato intervento della Ministra Messa “.

“Che un professore universitario possa liberamente offendere e pesantemente insultare un politico italiano, leader di partito nonché donna, perché evidentemente non ha idee ne` argomenti, merita una seria riflessione e una ancor più rapida azione. Si può dissentire dalle opinioni, ma la volgarità e la derisione sono scorciatoie indecenti ancor più se usate da un uomo verso una donna. La mia solidarietà a Giorgia Meloni. Chi insulta lei, insulta tutte noi”. Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

Leggi anche:
Nasce Alternativa c'è, gli ex M5S: noi opposizione senza leader

“Vacca, scrofa, rana dalla bocca larga… Se questi aggettivi fossero stati rivolti da un politico di centrodestra a un’esponente di centrosinistra cosa sarebbe successo? Il prof Giovanni Gozzini li ha rivolti a Giorgia Meloni e il silenzio delle donne di sinistra è assordante. Parole ancora più gravi tenuto conto che Gozzini è un docente universitario di Storia Contemporanea. Lui non deve solo insegnare, deve essere un esempio per i suoi studenti. L`Università di Pisa intervenga e lo sospenda”. Lo dichiara il copresidente del gruppo europeo ECR- Fratelli d’Italia, Raffaele Fitto.

“Dinanzi agli inqualificabili insulti del professore di Siena Gozzini verso Giorgia Meloni, oltre a chiedere l`immediato intervento del Rettore dell`Università di Siena mi appello al neo ministro dell`Università Cristina Messa, affinché non faccia cadere la vicenda nel vuoto e apra subito un`indagine su quanto accaduto – dichiara la vicepresidente vicario del gruppo di Fratelli d`Italia al Senato, Isabella Rauti -. Non è la prima volta che il nostro presidente Giorgia Meloni subisce simili insulti, ma ormai la misura è davvero colma. E` inaccettabile che chi dovrebbe insegnare ed educare sia protagonista di vicende così misere e, mi chiedo come sia possibile che a persone simili sia data la possibilità di avere questa ribalta. Giorgia Meloni come donna e come politico non merita questo pubblico ludibrio e mi auguro che dinanzi a insulti così volgari ci sia un`ondata di indignazione generale. Siamo stanchi dell`ipocrisia degli indignati a senso unico e di parte”.

Leggi anche:
L'Agenzia del farmaco Ue "troppo lenta", lo strappo di Kurz: il sovranismo dei vaccini

“Ignobile e inqualificabili i gratuiti insulti che sono stati rivolti oggi al nostro presidente Giorgia Meloni da un sedicente professore dell`Università di Siena. Un atto gravissimo su cui chiedo che immediatamente il rettore intervenga prendendo provvedimenti esemplari. E` evidente, che una persona simile è incompatibile con un`attività tanto importante quale quella dell`insegnamento e quindi della formazione delle future generazioni a cui è delegato il compito di guidare il Paese. Va perciò immediatamente licenziato e sospeso dall`insegnamento”. Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d`Italia al Senato, Luca Ciriani. “E` inaccettabile questo clima verso Giorgia Meloni, su cui adesso grava un`enorme responsabilità che è quella di guidare l`unica opposizione nel Paese all`ennesimo governo non eletto. Mi auguro perciò che la solidarietà verso di lei non sia, come sempre, limitata e circoscritta a Fratelli d`Italia o agli alleati, ma possa trovare un`ampia e larga condivisione”, conclude Ciriani.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti