Midterm Usa, Senato potrebbe restare in bilico per settimane

Midterm Usa, Senato potrebbe restare in bilico per settimane
Senato Usa
10 novembre 2022

Con il Senato Usa ‘appeso’ due giorni dopo il voto di Midterm, potrebbero servire ancora settimane per sapere in modo definitivo quale partito avrà il controllo della camera alta del Congresso. Al momento sui complessivi 100 seggi, i democratici hanno ottenuto 48 seggi e i repubblicani 49. A parità di seggi, la maggioranza sarebbe detenuta dai democratici, grazie al voto della vicepresidente Kamala Harris, come avviene oggi. Gli stati ancora da assegnare sono tre: Nevada, Arizona e Georgia. 

Conteggio finale prossima settimana

In Nevada, dove il repubblicano Adam Laxalt supera di poco la senatrice democratica in carica, Catherine Cortez Masto, i funzionari elettorali nella contea di Clark di Las Vegas devono attendere le schede elettorali inviate per posta entro martedì 8 novembre, ricorda il New York Times. Il che significa che il conteggio finale non sarà annunciato fino alla prossima settimana. In Arizona, il senatore democrati Mark Kelly mantiene un vantaggio abbastanza netto sul repubblicano Blake Masters, (51,4% a fronte di un 46,4% nella mattinata americana di giovedì) ma il conteggio procede molto a rilento ed è arrivato solo al 75% delle schede. Per questi due stati, i risultati dovrebbero comunque essere noti entro giorni, mentre per la Georgia, dove si va al ballottaggio, bisognerà attendere almeno il 6 dicembre quando il senatore democratico Raphael Warnock e lo sfidante Herschel Walker si presenteranno di nuovo al giudizio delle urne.

Leggi anche:
Un emozionato Umberto Tozzi colora di Rosa le Terme di Caracalla

Repubblicani verso controllo Camera

Intanto i repubblicani sono sempre più vicini a prendere il controllo della Camera, con 207 seggi già conquistati sui 218 che servono per la maggioranza, mentre i Democratici sono rimasti indietro con 184 seggi già assegnati. Ma non tutto è deciso, perchè Arizona e Nevada continuano lo spoglio e i candidati sono troppo vicini per poter annunciare la vittoria di un partito o di un altro. Oggi l’Arizona comincerà a conteggiare le 275.000 schede consegnate per posta e in serata potrebbero essere annunciati i risultati definitivi. Tuttavia per completare il conteggio di altri distretti in bilico, negli altri stati, potrebbe servire un’intera settimana.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti