Minacce di morte a Salvini. Il vicepremier: “Avanti, senza paura e col sorriso”

Minacce di morte a Salvini. Il vicepremier: “Avanti, senza paura e col sorriso”
2 novembre 2023

“‘Salvini deve morire’. Firmato da una baby-gang di Milano. Sabato manifesteremo a Milano per difendere i valori dell’Occidente e censurare qualsiasi forma di violenza e antisemitismo. Chi pensa di spaventarci, come qualche baby-gang che mi ha minacciato di morte imbrattando un palazzo nella mia città, si sbaglia di grosso”. Lo scrive su Facebook il vicepremier e leader della Lega Matteo Salvini postando la foto della scritta “Salvini deve morire” apparsa sulla facciata di un palazzo.

“Mi dispiace per i proprietari dell’immobile: spero che gli idioti vengano identificati e puniti facendo ripulire le scritte. Avanti, senza paura e col sorriso”, aggiunge il vicepremier. La scritta “Salvini deve morire” è apparsa sul muro di un edificio in piazzale Libia, a Milano. La minaccia nei confronti del vicepresidente del Consiglio non sarebbe neanche la prima, ma questa volta c’è una firma che porta alla baby gang della Zona 4. 

 

“Solidarietà al vicepremier Matteo Salvini” è arrivata anche dal senatore della Lega Gianluca Cantalamessa, capogruppo in commissione antimafia a Palazzo Madama. “Il clima di odio di questi giorni richiede a gran voce una presa di distanza netta: auspico – le sue parole – che ci sia da parte di tutti senza distinzione di colore politico”. “Grande preoccupazione per una Milano abbandonata a sé stessa e sempre più pericolosa – ha evidenziato invece il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Alessandro Morelli -. Lascia sgomenti questo clima di odio. Ci aspettiamo una ferma condanna da parte di tutte le forze politiche e una presa di coscienza collettiva sulla necessità di abbassare i toni del confronto. Una condanna bipartisan senza se e senza ma”.

Leggi anche:
Terzo mandato divide il Pd. Schlein prova ad archiviare ma la minoranza insiste

“Un gesto idiota e vigliacco. Non trovo altri termini per definire quanto accaduto in piazzale Libia a Milano dove su un muro e’ apparsa la scritta ‘Salvini devi morire’ con la firma di una baby gang. A Matteo esprimo solidarieta’ e vicinanza nella certezza che azioni di questo genere non scalfiranno in alcun modo la sua determinazione. Mi auguro che questi scemi vengano quantomeno identificati e resi consapevoli della gravita’ dei loro gesti”. Cosi’ il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, commenta sui suoi profili social la scritta minacciosa apparsa a Milano contro il ministro Salvini.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti