Monza in B dopo 19 anni. Berlusconi: “Mai avuto dubbi, ora la A”

Monza in B dopo 19 anni. Berlusconi: “Mai avuto dubbi, ora la A”
Silvio Berlusconi nello spogliatoio del Monza
9 giugno 2020

Il Monza torna in serie B dopo 19 anni. Silvio Berlusconi e Adriano Galliani festeggiano – nel loro secondo anno di gestione del club (acquistato ufficialmente il 28 settembre 2018) – il primo successo calcistico da quando hanno lasciato il Milan, portando la sua squadra in serie B, campionato che non la vedeva protagonista dal giugno 2001. Diciannove anni (6936 giorni dall`ultima sfida in cadetteria) prima di questo verdetto, che arriva dopo una stagione dominata e consegna l’ottava promozione dalla C alla B nella storia del Monza. La squadra allenata da Christian Brocchi prima dell’interruzione per la pandemia del coronavirus era al comando con 16 punti di vantaggio sulla Carrarese seconda e 18 sul Renate terzo: 61 punti con 18 vittorie e solo 2 sconfitte.

“Sarà Romantico è lo slogan scelto dal Monza di Silvio Berlusconi, del Presidente Paolo Berlusconi e dell`Amministratore Delegato Adriano Galliani per descrivere una squadra che vuole essere diversa dalle altre e diventare un esempio da seguire – scrive il club in un lungo post – ed è romantica la storia della conquista del primo traguardo verso l`obiettivo che mai è stato raggiunto dal Club in tutta la sua storia”. “Si, la Brianza, pensare che 19 anni fa non esisteva ancora la targa MB, pronta ora a tornare in pista con passione e lavoro, dopo mesi difficili costretta a casa. 19 anni con la Serie B sfiorata due volte, la parentesi nei dilettanti con Capitan D`Errico in campo e il Direttore Sportivo Antonelli in tribuna e la Curva Pieri sempre presente in massa al fianco della squadra”.

Leggi anche:
Olanda-Usa 3-1, Orange ai quarti di finale

“Niente caroselli per la città o feste in piazza, troppo alto il rischio di rimbattersi in quell`avversario invisibile. I festeggiamenti non mancheranno, nei modi e nei tempi giusti, in attesa di poter tornare tutti insieme ad abbracciarsi al Brianteo. Non si sa ancora quando e come, ma i Bagai del Monza si faranno trovare pronti in campo per il nuovo campionato, per dare la caccia al sogno più grande, quello sfuggito sempre per troppo poco negli anni `70′”.

BERLUSCONI

“Il mio Monza in B? Mai avuto dubbi. E’ partito in testa e lì è sempre rimasto, aumentando via via il vantaggio fino a 16 punti alla 27a giornata quando abbiamo dovuto fermarci”. Silvio Berlusconi festeggia la promozione e guarda oltre: “Allestiremo una squadra per puntare al vertice della Serie B. La promozione dipende da tanti fattori, alcuni dei quali imprevedibili. Quelli prevedibili faremo del nostro meglio per sfruttarli a nostro vantaggio”.

Nell’intervista al ‘Cittadino di Monza e della Brianza’, Berlusconi parla anche del suo rapporto con la squadra. “L`innamoramento per una squadra che senti tua e lo è, non può essere che totale – racconta ancora Berlusconi – E con i ragazzi e l`allenatore faccio quello che ho sempre fatto al Milan. Li sento, li consiglio, li stimolo, li complimento per il loro comportamento in campo, mi spingo a fare delle osservazioni se c`è nel loro comportamento qualcosa che non va. Insomma non ho perso le mie buone abitudini di sempre”.

Leggi anche:
Harrison Ford nel selvaggio west con la serie "1923"

Monza terza squadra di Milano. “È un complimento che può far piacere. Ma il Monza non è la terza squadra di Milano, è la squadra della città di Monza, della Brianza e dei suoi 900.000 abitanti. Monza è diversa da Milano, ha una sua chiara identità. E i suoi imprenditori rappresentano il meglio dell`imprenditoria italiana, anche in periodo di Covid”.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti