E’ morto Claude Régy, maestro del teatro europeo del ‘900

E’ morto Claude Régy, maestro del teatro europeo del ‘900
Claude Régy
27 dicembre 2019

Il regista francese Claude Régy, uno degli ultimi grandi maestri del teatro europeo del Novecento, che ha contribuito al rinnovamento della recitazione e dell’estetica del palcoscenico contemporaneo, è morto a Parigi all’età di 96 anni. A lungo assistente di André Barsacq al Teatro Atelier di Parigi, dagli anni ’60 da regista Régy ha lavorato spesso in collaborazione con drammaturghi, portando sul palcoscenico opere di Peter Handke, Marguerite Duras, Jon Fosse, Arne Lygre, Botho Strauss e Leslie Kaplan.

Interessato alla letteratura, Régy ha iniziato ad adattare le opere di grandi autori, a partire dalle scrittrici francesi Marguerite Duras e Nathalie Sarraute, proseguendo poi con messe in scene di grande impatto innovativo di Luigi Pirandello, Jean-Paul Sartre, Georges Bataille e Fernando Arrabal. Molti dei suoi spettacoli sono stati allestiti al Teatro Antoine di Parigi con attori prestigiosi (Delphine Seyrig, Jean Rochefort, Michel Bouquet, Jean-Pierre Marielle, Pierre Brasseur). E’ stato anche un grande sperimentatore, come dimostrò nel 1985 dirigendo “Passaggio opéra” de Luciano Berio al Théâtre du Châtelet, riscuotendo grande successo.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Alessia Marcuzzi salta la conduzione de Le Iene, precauzione


Commenti