Morto vicino discoteca, Procura chiede convalida fermo buttafuori

Morto vicino discoteca, Procura chiede convalida fermo buttafuori
4 settembre 2017

La Procura di Roma ha chiesto la convalida del fermo per i cinque buttafuori accusati della morte di Giuseppe Galvagno, imprenditore di 49 anni ucciso sabato notte all’esterno di un locale nel quartiere Eur. Per tutti l’accusa è di concorso in omicidio volontario. La Procura ha inoltre affidato la delega per l’autopsia, che sarà svolta dall’istituto di medicina legale de La Sapienza. Secondo le prime ricostruzioni del procuratore aggiunto Maria Monteleone e del sostituto Eleonora Fini, Galvagno sarebbe stato massacrato a calci e pugni all’esterno del locale in seguito ad una lite scoppiata all’interno tra lo stesso Galvagno e un altro soggetto. I cinque buttafuori avrebbero seguito la vittima che si stava allontanando dalla discoteca insieme alla compagna e nella zona del parcheggio, in viale dell’Oceano Atlantico, e lo avrebbero aggredito.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Tangenti per nascondere viadotti e strade scadenti


Commenti