Note e ghiaccio a quota 2.600: Ice Festival a Pontedilegno-Tonale

Loading the player...
9 dicembre 2019

Musica e ghiaccio, un accostamento suggestivo che segna un primato aritistico, anzi vera e propria esclusiva mondiale di tipo esperienziale, del nostro Paese. Prende il via a gennaio 2020 la seconda edizione dell’ Ice Music Festival sul ghiacciaio Presena, dove artisti italiani e internazionali danno vita a circa 60 concerti e a performance artistiche all’interno di un teatro-igloo a 2.600 metri di quota, suonando strumenti di ghiaccio e portando in scena perfino delle marionette di ghiaccio.

Se lo scorso anno il cartellone era stato defnito da brr-ivido con 52 concerti, tutti sold out per 8.000 spettatori, quest’anno le proposte dell’Ice Festival dunque si moltiplicano, con una caratterizzazione frizz-ante, come conferma -riproponendo il gioco di parole- il direttore artistico della manifestazione Corrado Bungaro durante la presentazione a Milano del cartellone. “L’anno scorso era un programma da brivido; quest’anno ha programma frizzante con un aperitivo ghiacciato – dice Bungaro – Due novità l’anteprima mondiale di uno spettacolo per marionette costruite in ghiaccio con Mimmo Cuticchio, grande puparo siciliano e personaggio del mondo del cinema. Una favola, quindi l’Ice Theatre dedicata ai mutamenti climatici con una fantastica avventura di un cuore di ghiaccio. E poi tutti i grandi personaggi di grande caratura: Elio, Bandabardò, Alessandro Quarta, e tanti altri che ci verranno a trovare nell’igloo”.

L’Ice music Festival segna per il comprensorio Pontedilegno-Tonale un cambiamento di passo nell’ideazione e nella proposta dell’offerta turistica. “Ice Music è un evento che non ha soltanto portato un pubblico molto interessante e non ha soltanto portato visibilità al nostro territorio – dice Fabio Sacco, direttore Apt Val di Sole – E’ un evento che secondo me ha iniziato a cambiare il dna della nostra località, perché ha davvero lavorato su qualcosa di così innovativo che ci ha interrogato anche sulla nostra strategia e ci ha interrogato su come possiamo sempre di più essere competitivi. E anche lavorare affinchè la località di Pontedilegno-Tonale e tutta la Val di Sole offrano scenari all’altezza con quello che oggi gli ospiti si aspettano, e che addirittura possano lavorare sullo stupore, su quell’effetto wow che è davvero, oggi, il fattore su cui puntare per vincere la sfida della competitività delle destinazioni turistiche”. Alle proposte musicali e teatrali si affiancano altre iniziative artistiche e altre anche gastronomiche, sempre all’insegna della suggestione ghiacciata, e accessibile in modo semplice.

Leggi anche:
Coronavirus, dal basso lodigiano messaggi d'incoraggiamento
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti