Pd, Orlando lancia “Partito democratico del Lavoro”

Pd, Orlando lancia “Partito democratico del Lavoro”
Andrea Orlando
3 dicembre 2022

“Dico sì alla proposta di Lepore sul cambio del nome: Partito Democratico del Lavoro. Facciamo un referendum”. Lo propone l’ex ministro Pd Andrea Orlando, in una intervista al Corriere della Sera. “Dovremmo diventare sempre di più – argomenta Orlando- un partito socialista e ecologista, che fa della sostenibilità sociale ambientale e della partecipazione la sua ragione d`essere. L`Europa ha spazzato via il liberismo sotto lo schoc della pandemia e dell`economia. Lo stesso sta avvenendo negli Usa. Ma l`intervento pubblico deve servire a tenere ciò che c’è o a renderlo più sostenibile? Questo è il punto”.

Quanto alla possibilità di una sua candidatura alla segreteria del partito nelle prossime settimane e al suo propendere verso una o l’altra fra quelle in campo e in arrivo di Stefano Bonaccini, Matteo Ricci ed Elly Schlein, Orlando glissa. “Fare una battaglia per la costituente e dire che è sbagiato puntare tutto sui nomi e poi candidarsi sarebbe una contraddizione, non lo faccio. C`è un interesse nel Paese per il nostro congresso: mi preoccupo che chi vuole possa partecipare e non semplicemente intrupparsi”. Infine sulle elezioni Regionali in Lombardia e nel Lazio di inizio 2023, “abbiamo candidati – afferma Orlando- competitivi, che possono affermarsi. Convergere sulla Moratti sarebbe stato un errore on avrebbe portato alla vittora. E anche solo pensare che l’elettorato di sinistra avrebbe seguito la dirigenza su quella scelta vuol dire non aver capito la lezione delle elezioni di settembre”.

Leggi anche:
Il gruppo Identità e Democrazia esclude AfD, rottura definitiva con l'estrema destra tedesca
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti