Polemica su Zaia a Bologna. “Sardine” in tutta Italia

Polemica su Zaia a Bologna. “Sardine” in tutta Italia
15 novembre 2019

Polemiche sui leghisti a Bologna e nuclei di ‘sardine’ anti-Salvini estesi in tutta Italia. Il giorno dopo le ‘tre piazze’ del capoluogo emiliano-romagnolo, quanto successo al PalaDozza e sul Crescentone continua a infervorare il dibattito politico. Sul fronte ex lumbard, e’ fuoco di fila M5s contro Luca Zaia. Dopo due giorni impegnati a gestire l’emergenza acqua alta a Venezia, il governatore veneto si e’ presentato ieri sera tardi all’evento di apertura ufficiale della campagna di Lucia Borgonzoni, in vista delle elezioni emiliano-romagnole, nel tempio del basket bolognese. “Certo non e’ stato bello vedere il governatore del Veneto andare a un comizio della Lega e dire ‘Sarei arrivato a Bologna anche a nuoto'”, ha attaccato Luigi Di Maio. “E’ inopportuno farlo mentre la citta’ di Venezia e’ sotto l’acqua e i cittadini sono in difficolta’. Non e’ bello”.

Secca la replica di Matteo Salvini: “Sono invidiosi poveretti”, dice all’Agi. Invidiosi “del governatore piu’ amato, concreto ed efficiente d’Italia, mai sfiorato da mezza inchiesta, che stamattina a Venezia era fermato e apprezzato da tutti. Loro hanno il disastro Raggi, poveretti…”. Salvini viene descritto come “molto soddisfatto” dell’evento di ieri sera e in via Bellerio c’e'”ottimismo” per la partita delle regionali emiliane-romagnole, e un’eventuale vittoria di Borgonzoni sul candidato dem, il governatore uscente, Stefano Bonaccini, e’ considerata alla portata del partito e della coalizione. Mentre a Bologna si apre oggi la tre giorni programmatica organizzata dalla Fondazione Pd, l’altra polemica esplosa in giornata e’ quella sul post scritto dal deputato leghista Massimiliano Capitanio. Il parlamentare lombardo ha accostato l’immagine di uno striscione del corteo dei centri sociali in cui si sosteneva che “colpire la Lega e’ giusto”, con la prima pagina del Corriere della sera in cui si annunciava l’uccisione di Marco Biagi. Il post e’ stato notato in primis dal deputato del Pd Andrea Romano, che, in un tweet rilanciato da Nicola Zingaretti, ha sostenuto che “la Lega sta perdendo la testa (e molti, molti voti)”.

Immediata la replica di Capitanio, il quale ha precisato di non aver accostato la manifestazione del Crescentone al terrorismo. “Il mio post e’ chiaramente riferito a quelli che avrebbero voluto impedire la nostra manifestazione, a quanti hanno aggredito le forze dell’ordine, e a quelli che hanno affisso uno striscione per esprimere solidarieta’ a quanti colpiscono i leghisti”, ha tenuto a sottolineare. E’ corso ai ripari anche Matteo Salvini, che ha accostato, in un tweet, la sua foto al PalaDozza a quella delle ‘sardine’ sul Crescentone. “Gratitudine immensa alle migliaia di persone che hanno abbracciato me e Lucia.Profondo rispetto per chi manifesta, pacificamente, contro le nostre idee”, ha commentato. “Nessun rispetto per chi invece, per protestare contro di noi, lancia sassi e bottiglie verso polizia e carabinieri. Viva Bologna, viva la liberta’ e la democrazia”, ha aggiunto.

Leggi anche:
Popolare Bari commissariata da Bankitalia. Scontro nel governo, Iv si defila

Le critiche non lo preoccupa. Ma la vera novita’ politica della serata di ieri e’ il movimento spontaneo delle ‘sardine’, ispirato da quattro 30enni che un pomeriggio si sono seduti a un tavolo e hanno deciso di riempire – stretti, appunto, come sardine – il marciapiede piu’ alto di piazza Maggiore e radunare piu’ gente di quanta ce ne stesse al PalaDozza da Salvini. Come anticipato all’Huffington post, i quattro giovani hanno tutta l’intenzione di replicare questa esperienza, non solo in Regione (il prossimo appuntamento e’ lunedi’ a Modena, dove e’ previsto un comizio di Salvini), ma in tutta Italia. Oltre a fermare l’ondata leghista in Emilia-Romagna, il prossimo obiettivo e’ infatti che nuclei di ‘sardine’ nascano spontaneamente, da Trieste a Palermo. Sempre in modi e forme lontani dai partiti. L’iniziativa di questi giovani – non a caso – e’ stata elogiata non solo dal Pd – con Zingaretti che ieri sera ha subito ritwittato la foto della piazza – ma anche da esponenti di spicco del M5s. “Le sardine in piazza Maggiore hanno sconfitto lo squalo Salvini”, ha commentato Nicola Morra, mentre il presidente della Camera Roberto Fico ha postato il video della canzone di Lucio Dalla ‘Piazza Grande’.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Manovra, arriva piattaforma digitale per atti e avvisi Pa


Commenti