Premio Quirinale campagna Lis Informagiovani

24 maggio 2014

Il Presidente Giorgio Napolitano ha conferito all’associazione InformaGiovani di Palermo la medaglia della presidenza della Repubblica per la campagna di comunicazione “Lis – Lascia il segno in Europa” che la stessa associazione ha coordinato negli ultimi mesi in tutta Italia. La campagna, avviata a gennaio con una serie di incontri che hanno coinvolto circa 70 ragazzi di Sicilia, Lombardia, Marche e Liguria, e’ stata interamente pensata e realizzata in gran parte da giovani con disabilita’ sensoriali e da giovani provenienti dai servizi della giustizia minorile. In tre mesi, col supporto del programma “Gioventu’ in Azione”, ha raggiunto circa cinque milioni di contatti attraverso il sito web (www.lasciailsegnoineuropa.eu), Facebook e Twitter, radio e stampa.

La medaglia e’ stata accompagnata da una lettera del consigliere diplomatico del Presidente, l’ambasciatore Antonio Zanardi Landi, che ha sottolineato lo “straordinario valore di educazione all’inclusione sociale e formazione giovanile” che ha avuto la campagna e il suo ruolo nel coinvolgere i cittadini “in una piu’ informata e attiva partecipazione politica alla costruzione di un’Europa piu’ unita, piu’ democratica, piu’ efficace”. Inoltre, proprio ieri l’Agenzia nazionale per i giovani, l’ente incaricato della gestione in Italia dei programmi comunitari inerenti le attivita’ e le politiche giovanili, ha scelto uno dei video della campagna, interamente ideato e realizzato a Palermo, per l’apertura della sua newsletter speciale sulle elezioni europee. Il video e’ disponibile all’indirizzo http://youtu.be/mB94XWjidp8 Fra i partner del progetto i servizi sociali ed educativi dei comuni di Palermo, Milano e Genova, gli uffici di servizio sociale per minorenni di Palermo e Ancona e la Scuola del fumetto di Palermo e Radio Cento Passi.

Leggi anche:
Attacco con coltello in chiesa di Sydney: feriti fedeli e vescovo
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti