Raggiunti 100mila arrivi via mare in Italia da gennaio

14 agosto 2014

Sono 100mila le persone giunte in Italia via mare dal 1 gennaio ad oggi, di cui oltre il 50% sono in fuga da guerre, violenze e persecuzioni. La maggior parte di loro viene da Eritrea (29%) e Siria (18%), e spesso proseguono il viaggio verso altri paesi dell`Unione Europea. L`Unhcr elogia nuovamente gli sforzi compiuti dalle autorità italiane nel portare avanti operazioni di soccorso nel Mediterraneo che hanno salvato migliaia di vite. Malgrado gli imponenti sforzi, sono 1,565 le persone morte o tuttora disperse nel tentativo di attraversare il Mediterraneo alla volta dell’Europa, circa 1.300 solo dall`inizio dell`estate.

Questi numeri evidenziano ancora una volta la necessità di offrire delle soluzioni concrete ai rifugiati per scoraggiare le pericolose traversate via mare. L’Unhcr esorta pertanto gli Stati Membri dell`Unione Europea ad aumentare il loro impegno per fornire alternative quali il reinsediamento, l`ammissione per ragioni umanitarie, regimi di ammissione sulla base di sponsor privati, l`accesso agevolato al ricongiungimento familiare e l`utilizzo di visti per motivi di studio o lavoro, per far si che le persone in fuga non siano costrette ad affidare la propria vita ai trafficanti.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Cartabia eletta presidente, prima donna alla guida della Consulta


Commenti