Rai, Foa in mirino maggioranza. M5s: è ora di voltare pagina

Rai, Foa in mirino maggioranza. M5s: è ora di voltare pagina
Marcello Foa
15 aprile 2020

La maggioranza alza il tiro contro Marcello Foa, e stavolta a sfiduciare esplicitamente il presidente della Rai è anche il M5s, grazie ai cui voti il giornalista guida viale Mazzini. Durante la riunione dell’Ufficio di presidenza della Vigilanza Rai arriva infatti una nota di Primo De Nicola, vice presidente della Bicamerale, decisamente tranchant: “Foa non è il presidente di garanzia di cui la Rai ha bisogno. E’ arrivato il momento di voltare pagina per non far cadere più in basso il servizio pubblico”.

Al termine della riunione, l’ufficio di presidenza deciderà di convocare il presidente e l’amministratore delegato della Rai: giovedì prossimo, in teoria, più probabilmente la prossima settimana. In Ufficio di Presidenza contro Foa si schiera anche il Pd di Nicola Zingaretti, che con Valeria Fedeli – neo capogruppo in Vigilanza – chiede ancora una volta l’accesso agli atti per verificare la regolarità dell’elezione di Foa. Strada che da sempre prova a seguire Michele Anzaldi (Iv), che oggi arriva a chedere al ministro dell’Economia Gualtieri di intervenire direttamente “per restituire alla Rai una presidenza adeguata e rispettosa della Legge”.

Ora, come si concretizzerà questa ‘sfiducia’ nei confronti di Foa, resta da vedere. La strada della verifica delle schede non sembra convincere il M5s. Se infatti l’elezione di Foa fosse dichiarata illegittima, il rischio è che anche tutte le nomine firmate dal presidente seguano la stessa sorte. Ma comunque, assicura un esponente M5s membro della Vigilanza, il Movimento è pronto “a seguire tutti i passi necessari per arrivare alla revoca di Foa” ed evitare “il disfacimento dell’azienda”.

Leggi anche:
Migranti, la Finlandia approva una controversa legge. E' polemica
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti