Rapporto Usa su Ufo: avvistamenti restano senza spiegazione

Rapporto Usa su Ufo: avvistamenti restano senza spiegazione
26 giugno 2021

E’ un rapporto che suscita molte domande e fornisce poche risposte quello sugli UFO diffuso dal Pentagono Usa, nel quale gli avvistamenti di oggetti non identificati restano tali: cioè non identificati. Dei 144 avvistamenti avvenuti dal 2004, spiega il report di valutazione preliminare diffuso dall’Ufficio del direttore della National Intelligence, 143 rimangono non spiegati. In 18 episodi di avvistamento, spiega ancora il rapporto, il comportamento e le caratteristiche di volo degli oggetti – definiti UAP (Unidentified Aerial Phenomena) – potrebbe suggerire di essere in presenza di tecnologie avanzate. Il rapporto non esclude nessuna spiegazione per questi avvistamenti. Alcuni degli oggetti potrebbero essere “tecnologie dispiegate da Cina, Russia, altri paesi o entità non governative”.

Non ci sono prove che gli episodi registrati riguardino programmi militari segreti americani, tecnologia sconosciuta russa o cinese o visite extraterrestri. Ma anche in mancanza di prove si tratta, precisa il rapporto, di spiegazioni che non possono essere scartate del tutto.
Il rapporto anche se inconcludente segna la prima volta che il governo americano ammette pubblicamente l’esistenza di tali fenomeni. “Dai 144 casi non ci sono indicazioni chiare che esista una spiegazione non terrestre per giustificarli, ma andremo dove i dati ci porteranno”, spiegano funzionari del Pentagono illustrando il rapporto e annunciando la creazione di una banca dati per i fenomeni aerei non identificati e l’istituzione di protocolli per riportarli. Questo con l’obiettivo di raccogliere maggiori informazioni e dati che al momento mancano rendendo difficile raggiungere conclusioni. Proprio la mancanza di conclusioni apre la porta a nuove teorie fra i sostenitori dell’esistenza degli Ufo.

Leggi anche:
Guardia Costiera: oggi recuperate alle 14 salme nello Ionio
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti