Regionali in Sicilia, arrestato candidato (Popolari autonomisti) per voto di scambio

23 settembre 2022

Salvatore Ferrigno

Un nuovo arresto scuote la campagna elettorale per le regionali siciliane. I carabinieri di Palermo hanno arrestato Salvatore Ferrigno, 62 anni, candidato al Parlamento siciliano nel collegio di Palermo con la lista Popolari autonomisti che fa capo all’ex governatore Raffaele Lombardo e che ora sostiene la candidatura di Renato Schifani alla presidenza della Regione.

Ferrigno, 62 anni, nato a Cinisi, è stato arrestato dai carabinieri del Comando provinciale di Palermo: è accusato di avere promesso favori e denaro in cambio di voti ad alcuni mafiosi. Per Ferrigno le elezioni regionali 2022 hanno rappresentato un ritorno alla politica: nel 2006, infatti, era stato eletto alla Camera con Forza Italia nella circoscrizione estera ‘America settentrionale e centrale’. Si tratta del secondo arresto in Sicilia a poco più di 24 ore dall’apertura dei seggi: ieri a Catania la squadra mobile ha notificato una misura di custodia cautelare ai domiciliari per l’ex assessora comunale Barbara Mirabella, candidata di FdI all’Ars, con l’accusa di corruzione. Dire

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it
Leggi anche:
Carburanti, Consiglio di Stato boccia cartelloni dei prezzi medi


Commenti