Remigi e il caso Morlacchi: Memo: “Gesto involontario”

Remigi e il caso Morlacchi: Memo: “Gesto involontario”
Jessica Morlacchi e Memo Remigi
27 ottobre 2022

La mano di Memo Remigi che scivola giù oltre la schiena di Jessica Morlacchi. Una molestia in piena regola su Rai1. L’episodio è accaduto venerdì scorso nel programma di Serena Bortone “Oggi è un altro giorno”. Lo stesso venerdì, dopo la trasmissione — durante la quale in pochi si erano accorti dell’accaduto — è comparso un tweet anonimo che rendeva conto dell’episodio. Da allora, Serena in primis, e tutti i vertici della Rai, si sono stretti accanto a Jessica Morlacchi, leader dei Gazosa, e naturalmente hanno deciso che da lunedì non sarebbe più stato presente Memo Remigi in trasmissione. E ora arriva la nota ufficiale di viale Mazzini con la quale comunica la risoluzione del contratto che prevedeva la partecipazione dell`artista Memo Remigi al programma “Oggi è un altro giorno”. A seguito di un comportamento in violazione del Codice Etico dell`Azienda la Direzione Day Time aveva già deciso lo scorso sabato 22 ottobre la sospensione delle presenze nella trasmissione che è stata comunicata all`interessato. La Commissione stabile per il Codice Etico dell`Azienda ha confermato la violazione delle norme.

“Non c’è niente da spiegare, abbiamo sempre avuto un’atmosfera goliardica tra noi, tra gli affetti stabili, si scherza e ci si fa degli scherzi. È stato un gesto involontario”. Memo Remigi, 84 anni, spiega a Fanpage come sarebbe nato il caso che ha portato alla sospensione della sua partecipazione al programma di Rai 1 Oggi è un altro giorno e, poco dopo, alla risoluzione del contratto da parte della Rai. Il cantante e showman è accusato di aver palpeggiato in diretta Jessica Morlacchi (entrambi sono ospiti fissi del programma condotto da Serena Bortone), a testimoniarlo ci sono delle immagini diffuse sui social. “Cercavo di sistemare il microfono dietro – ha detto Remigi a Fanpage – che era caduto dalla cintura. Gli ho messo la mano dietro perché stava cadendo questo microfono e scherzando gli ho dato la pacchetta sul sedere. Ma non entriamo nei particolari, dico solo che non avevo nessuna intenzione di essere un uomo libidinoso, ho l’età che ho e non sono mai stato questo tipo di persona”. “Nessuno mi ha comunicato nulla, sono fuori dal programma per fare degli esami” ha detto poi Remigi, quando aveva iniziato a circolare la voce di un provvedimento di sospensione nei suoi confronti. Provvedimento che si è tradotto, di lì a breve, con la risoluzione del contratto da parte di Viale Mazzini.

Leggi anche:
"Dune 2", Chalamet: ambiente e scontro di civiltà, un film sull'oggi
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti