L’attivista Zaki prepara la discesa in campo?

L’attivista Zaki prepara la discesa in campo?
Patrick Zaki
1 agosto 2023

Matteo Renzi ne è convinto: “Ho considerato un successo politico la chiusura della vicenda Zaki. Ho fatto i complimenti alla presidente del Consiglio – aggiunge il leader di Iv-. Zaki ha un debito di riconoscenza nei confronti di Giorgia Meloni. L’operazione con Al-Sisi l’ha chiusa Giorgia Meloni”. Ma Patrick Zaki sembra sempre più vicino alla politica. Naturalmente con la sinistra lato centri sociali, nonostante l'”inseguimento” del Pd di Elly Schlein.

A ripercorrere gli ultimi passi dopo la liberazione in virtù della grazia concessa dal presidente egiziano grazie al lavoro del governo di Giorgia Meloni è il Giornale. Ieri Zaki ha partecipato a un dibattito al Làbas, centro sociale di Bologna noto per aver organizzato qualche settimana, nel giorno dei funerali di Stato di Silvio Berlusconi, il “B. State Funeral Party” per festeggiare la scomparsa del fondatore di Forza Italia.

 

La strada è segnata

 

L’evento è stato presentato dagli antagonisti come il “primo appuntamento politico di Patrick”. Insomma la strada è segnata, “il giovane egiziano dismette i panni di autodichiarato “difensore dei diritti umani indipendente” per assumere quelli di attivista politico”, si legge nel retroscena che ricorda come in occasione della festa organizzata dal Comune di Bologna, Zaki aveva annunciato: “Domani riprendiamo a lottare”.

Leggi anche:
Mattarella: contro odio politico educare a essere minoranza

Una volta risolto il problema della cittadinanza italiana l’impegno potrà essere dunque totale tanto che il quotidiano afferma che l’egiziano “prepara la discesa in campo”. Insomma, Zaki è già diventato la nuova icona della sinistra. Intanto è stato deturpato a Bologna il murales in onore di Zaki: testa cancellata, soggetto irriconoscibile. L’opera, che si intitola “Back in town”, è stata realizzata dalla street artist romana Leika, ed è apparsa in via Armando Quadri (quartiere universitario) poche ore dopo la scarcerazione dell’attivista egiziano. Il murales raffigurava lo studente con la sciarpa del Bologna, secchio e pennello.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti