Sardegna: omicidi Monni e Masala, condanna a 20 anni per Pinna

6 aprile 2017

È stato condannato a venti anni di carcere Paolo Pinna, il diciottenne di Nule (Sassari), accusato dell’omicidio dello studente di Orune (Nuoro) Gianluca Monni, freddato a fucilate la mattina dell’8 maggio 2015, mentre aspettava l’autobus per andare a scuola. Pinna, che all’epoca era minorenne, è stato condannato anche per l’omicidio del compaesano trentenne Stefano Masala, il cui corpo non è mai stato trovato, e la cui auto sarebbe stata usata per l’omicidio di Monni per poi essere bruciata nelle campagne di Pattada (Sassari).

La sentenza del giudice del tribunale dei minori di Sassari, Antonio Minisola, è stata pronunciata nel pomeriggio dopo circa sei ore di camera di consiglio. L’avvocato del collegio difensivo Angelo Merlini al termine dell’udienza ha affermato che “le sentenze si rispettano ma con altrettanto rispetto si appellano”. Pinna è stato condannato a 20 anni per aver scelto il rito abbreviato e in considerazione della giovane età. Il presunto complice del duplice omicidio, Alberto Cubeddu, 21 anni di Ozieri (Sassari), viene invece processato a Nuoro.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it
Leggi anche:
Francia, ufficio politico Les Républicains espelle Ciotti


Commenti