Sciopero, è guerra tra sindacati. Cisl, in Sicilia “operazioni squadriste” da Fiom

Sciopero, è guerra tra sindacati. Cisl, in Sicilia “operazioni squadriste” da Fiom
12 dicembre 2014

I metalmeccanici della Cisl siciliana protestano per le “modalità antidemocratiche” adottate dai colleghi della Cgil, nel giorno dello sciopero generale di Cgil e Uil. “Ci giungono da più parti telefonate – denuncia Salvatore Picciurro, segretario della Fim Cisl Sicilia – di lavoratori che protestano perché stamattina è stato impedito loro di entrare in fabbrica per i normali turni di lavoro”.

La Fim Cisl denuncia “operazioni squadriste di picchettaggio”, attuate agli impianti petrolchimici di Siracusa davanti ai cancelli della Esso, alla Lukoil Nord e Sud, alla Versalis, allo Sasol. “Così molte aziende – informa il segretario Fim – hanno deciso di concedere un giorno compensativo o di ferie ai lavoratori che non avevano alcuna intenzione di aderire a uno sciopero dal chiaro intento politico. E che sono state tenute forzatamente fuori dai cancelli delle fabbriche”. Ciononostante, calcola la Fim che nel settore metalmeccanico in Sicilia non ha aderito allo sciopero più del 20% dei lavoratori.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it
Leggi anche:
Il Superbonus è costato 170 miliardi. Upb: pesante eredità su futuro


Commenti