Serie A, Milano in vetta con Juve e Napoli

Serie A, Milano in vetta con Juve e Napoli
28 agosto 2017

Milano torna ai vertici della classifica di serie A: Inter e Milan sono a punteggio pieno (la scorsa stagione avevano racimolato appena 5 punti in 2) in compagnia di Juventus e Napoli e accompagnati dalla sorprendente Sampdoria. Solo la Roma, “vittima” dello scontro diretto con i nerazzurri, accusa il ritardo dal lotto delle favorite. Il ritorno al top della capitale morale del Paese era comunque atteso. Ingenti gli investimenti del Milan (oltre 200 milioni di euro), mirati gli acquisti dell’Inter con uno Spalletti in piu’. Lecito attendersi anche l’avvio in discesa di Napoli e Juve, considerato il calendario, cosi’ come era da mettere in conto la partenza in salita della Roma, viste le avversarie delle prime due giornate. Pali e Var a parte, che hanno indubbiamente penalizzato i giallorossi, e’ evidente tuttavia che la rosa della Roma al 20 agosto, ossia all’inizio del campionato, non era ancora completa. Ora (con Schick) si sta correndo ai ripari ma forse si poteva essere piu’ “previdenti”.

Leggi anche:
Dopo McLaren anche Williams licienzia i dipendenti

Per il resto bene la Lazio che espugna il campo del Chievo, la neopromossa Spal che stende l’Udinese e il Torino che travolge il Sassuolo anche grazie al primo gol da antologia di Belotti. Unico “neo”, questo “benedetto” VAR. Allegri e’ indulgente: “ci vuole un po’ di pazienza”; Buffon in sostanza lo boccia: “lo si sua troppo, sembra pallanuoto” mentre per Pioli e Di Francesco non lo si utilizza per niente. In pratica, il video assistente ha gia’ inanellato tre gravi sviste contro Roma, Fiorentina e Cagliari e probabilmente ci si e’ ricorso con un po’ troppa disinvoltura nelle prime due gare della Juve. Pure in Germania, con l’ex bomber romanista Voeller, si lamentano della moviola in campo. Probabile che il VAR sia un “compromesso” tra l’autonomia degli arbitri e le esigenze di giustizia calcistica. Sono sempre i direttori di gara a decidere: sia in campo, sia davanti al monitor. Ci vorrebbe un “elemento terzo” e come l’occhio di falco nel tennis, almeno una volta per tempo la richiesta di ricorso al video assistente dovrebbe venire o dal tecnico o dal capitano della squadra “interessata”. Difficile che cio’ avvenga ma il Var deve essere assolutamente migliorato.

Leggi anche:
Scontro Lega Serie A-calciatori su riduzione stipendi

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti