Sicilia: ok della Meloni a Schifani candidato centrodestra, Berlusconi sblocca l’impasse

Sicilia: ok della Meloni a Schifani candidato centrodestra, Berlusconi sblocca l’impasse
Renato Schifani
12 agosto 2022

Via libera da Fratelli d’Italia alla rinuncia alla ricandidatura di Nello Musumeci alla presidenza della Sicilia nelle elezioni del 25 settembre in abbinamento alle Politiche e all’indicazione del centrodestra al suo posto per l’ex presidente del Senato Renato Schifani. “Abbiamo dato il nostro ok – riferisce Ignazio La Russa- a Berlusconi. Se c’è già anche quello di Salvini la candidatura è definitiva. Altrimenti bisogna aspettare la valutazione della Lega. Ma credo sostanzialmente ci sia perché dubito Berlusconi ci presenti una proposta senza averla concordata con Salvini.

A sbloccare l’impasse molto interna a Forza Italia con il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè fino all’ultimo impegnato a sostenere la candidatura di Stefania Prestigiacomo, è intervenuto direttamente Berlusconi. L’accordo nel centrodestra che ha riservato a Forza Italia l’indicazione della candidatura alla presidenza della Sicilia comporterebbero l’indicazione da parte di Fdi del candidato alla presidenza nel Lazio alle urne il prossimo inverno e da parte della Lega alla presidenza della Lombardia alle urne la prossima primavera. Corse con Francesco Lollobrigida nel Lazio e Attilio Fontana in Lombardia nel ruolo di front runner.

Le reazioni

“La candidatura di Renato Schifani a governatore della Regione Siciliana per il centrodestra in Sicilia è una perfetta sintesi dei valori liberali e della migliore tradizione del moderatismo in Italia, oltre che garanzia di equilibrio e di autorevolezza istituzionale”. Lo afferma Maurizio Lupi, presidente di Noi con l’Italia.

Leggi anche:
La sfida di Letta, fermare Meloni e sfuggire da tenaglia M5s-Calenda

“Le imminenti elezioni regionali impongono una rapida sintesi da parte del centrodestra per non disperdere quel patrimonio vincente che ha dato i suoi frutti nel corso delle ultime elezioni amministrative di Palermo. La proposta della candidatura del senatore Renato Schifani, già presidente del Senato, gode di credibilità istituzionale e autorevolezza tali da poter costituire un`importante proposta da parte della coalizione di centrodestra in vista del voto alle regionali”. Lo ha dichiarato Roberto Lagalla, sindaco di Palermo.

“Giusto gradimento politico ed umano per Renato Schifani. È una personalità caratterizzata da grande senso delle istituzioni e collaudata esperienza politica. L’apprezzamento è mio e di tutta la Democrazia Cristiana”. Lo dice il commissario regionale della Dc nuova in Sicilia, Totò Cuffaro, in merito alla possibile candidatura di Renato Schifani alla presidenza della Regione Siciliana per il centrodestra.

“Autorevole la figura di Renato Schifani, che è stato presidente del Senato, come candidato del centrodestra in Sicilia. Mi preoccupa piuttosto il clima in cui è maturata questa candidatura, come sarebbe maturata qualunque altra. Un clima caratterizzato da incomprensioni e diffidenze”. Lo afferma l’ex presidente della Regione Siciliana e fondatore del Mpa, Raffaele Lombardo. “Ho avvisato poche ore fa che il centrodestra stava giocando con il fuoco – aggiunge -. Darei seguito all’invito rivolto stamattina da Gianfranco Miccichè: un incontro preliminare tra lui e Fratelli d’Italia, e poi con tutti gli altri, che ponga fine alla conflittualità degli ultimi mesi e avvii una fase nuova all’insegna della leale collaborazione”.

Leggi anche:
Turchia e Israele, negoziato su trasporto gas verso l'Ue

 

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti