Sinodo, nel documento domande anche su gay e divorziati

Sinodo, nel documento domande anche su gay e divorziati
9 dicembre 2014

La segreteria generale del sinodo diffonde 46 domande, rivolte ai cattolici di tutto il mondo, in vista del sinodo ordinario che si svolgerà ad ottobre del 2015, la seconda assemblea – dopo quella straordinaria di ottobre scorso – dedicata, per volontà di Papa Francesco, alla famiglia. L’organismo vaticano ha infatti pubblicato oggi i “Lineamenta” dell’assise che, dal 4 al 25 ottobre 2015, affronterà il tema “La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo”. Il documento-base per la discussione è composto della relazione finale del sinodo ordinario di ottobre scorso, la “relatio synodi” (che era stata approvata a maggioranza senza, però, che tre paragrafi-chiave su divorziati risposati e omosessualità raccogliessero i due terzi dei voti), accompagnata, “per facilitare la recezione del documento sinodale e l’approfondimento dei temi in esso trattati”, da una “serie di domande” (non si parla mai di questionario, come quello inviato a novembre del 2013 in vista del primo sinodo) che affrontano, tra gli altri, anche temi controversi.

A partire dai divorziati risposati, al numero 38: “La pastorale sacramentale nei riguardi dei divorziati risposati necessita di un ulteriore approfondimento, valutando anche la prassi ortodossa (riammissione alla comunione dopo un percorso penitanziale, ndr.) e tenendo presente ‘la distinzione tra situazione oggettiva di peccato e circostanze attenutanti’. Quali le prospettive in cui muoversi? Quali i passi possibili? Quali suggerimenti per ovviare a forme di impedimenti non dobute o non necessarie”. E l’omosessualità, al numero 40: “Come la comunità cristiana rivolte la sua attenzione pastorale alle famiglie che hanno al loro interno persone con tendenza omosessuale? Evitando ogni ingiusta discriminazione, in che modo prendersi cura delle persone in tali situazioni alla luce del Vangelo? Come proporre loro le esigenze della volontà di Dio sulla loro situazione?”.

Leggi anche:
Milano, a San Siro un murale di Taylor Swift: "thanK you aIMee"
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti