Il meraviglioso mondo del muschio da giardino, solo in Giappone

27 luglio 2018

Verdissimo e morbido come un tappeto di prato all’inglese, ma è muschio: e in Giappone c’è un vero movimento di appassionati che studiano queste piantine da sottobosco. “Una volta che ho cominciato a osservarlo, mi sono persa. Non mi stanco mai”, dice questa signora, Kaori Shibo. Il muschio si trova nelle foreste vere e in quelle artificialmente costruite. Minuscolo, decorativo nelle sue tante specie, la sua piccola crescita ha bisogno di attenzioni continue nei giardini giapponesi dove viene usato da secoli a scopo ornamentale, a fianco di ciottoli e ghiaia.

Leggi anche:
Dl salva-casa, Camera approva: ok sanatorie e microappartamenti

Perché il muschio è fatto di dettagli, ideale per l’attenzione all’infinitamente piccolo, la contemplazione, la ricerca di equilibrio dell’arte nipponica. E come dice Chisao Shigemori, esperto di giardinaggio, “Con il muschio si può esprimere tutto, le densità contrastanti del verde, i paesaggi delle montagne”. Insomma il muschio è arte. Ma è anche business per chi lo coltiva: Oichi Kiyomura vent’anni fa ha comprato terra in una foresta e oggi cresce e raccoglie le piantine senza radici; c’è grande richiesta, guadagna decine di migliaia di dollari l’anno: “Il muschio probabilmente era qui prima che cominciasse la storia dell’uomo, e probabilmente sopravviverà e continuerà a crescere anche quando saremo estinti. E’ affascinante”. E da un pugno di muschio si può tirare fuori una bellezza inaudita: come qui nella pace del giardino del tempio Tofukuji di Kyoto, dove si cerca rifugio dalla frenesia della vita metropolitana.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti