Spalletti: “Inter, sempre più continuità ed io devo meritarmela”

Spalletti: “Inter, sempre più continuità ed io devo meritarmela”
17 marzo 2018

L’Inter di Luciano Spalletti alla prova Sampdoria. Lunch day per i nerazzurri domani a Marasso, che parte dalla convincente prova contro il Napoli per presentare la partita. “Il risultato della doppia partita contro il Napoli – dice – è un misuratore di forza visto che hanno fatto gol a tutti e non aver preso gol è sintomo di compattezza che quando decidiamo di mettere, dimostriamo di avere. Probabilmente non sono stato in grado di tirare fuori il meglio dai miei calciatori in alcune partite. Con Roma, Juve, Napoli siamo stati all’altezza della situazione, in altre partite, dove magari abbiamo anche vinto, siamo stati inferiori ai nostri mezzi”. Contro la Sampdoria sarà una partita dura, come all’andata “Bisogna anticipare le sintesi e giocare in velocità. La Champions passa anche da gare così: loro hanno forza, qualità, sanno giocare un calcio moderno”. Il suo futuro all’Inter è ancora incerto: “Devo dimostrare di meritare l`Inter, di poter lavorare in una grande società, di avere l`onore di essere affiancato da due grandi direttori: uno che conosco da più tempo come Sabatini e uno che sto apprezzando quest`anno che è Piero Ausilio per conoscenza di calcio. Ci sono giocatori importanti, qualcuno deve recuperare come Rafinha. Io voglio allenare l`Inter, non quella virtuale”. La battaglia Champions sarà durissima. “Dobbiamo fare undici partite di un certo livello. Non puoi fare una buona partita e poi due cattive. Le nostre avversarie, avendo anche altre competizioni, hanno allestito una rosa con qualche calciatore in più per affrontare al meglio le partite”.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Leggi anche:
Calcio serie A: Bologna-Verona 2-0, felsinei da Champions
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti