Sparatoria in una scuola del Texas, morti almeno 14 bambini e un insegnante

Sparatoria in una scuola del Texas, morti almeno 14 bambini e un insegnante
25 maggio 2022

E’ salito a 15 il bilancio delle vittime e altre persone (tra cui due poliziotti) sono rimaste ferite, nel corso della sparatoria alla Robb Elementary School, scuola elementare di Uvalde, in Texas. Il governatore Greg Abbott ha confermato il bilancio, spiegando anche che il 18enne aggressore, Salvador Roma, è stato ucciso dalla polizia. L’aggressore, che in precedenza era stato annunciato essere in custodia delle forze dell’ordine, era uno studente del liceo della stessa scuola.

Ha sparato e ha ucciso in modo orribile e incomprensibile 14 studenti e un insegnante”, ha spiegato Abbott. A quanto pare il 18enne ha sparato anche alla nonna prima di dirigersi verso la scuola elementare e compiere la strage con una pistola e probabilmente anche un fucile. “Si ritiene che abbia abbandonato il suo veicolo e sia entrato alla scuola elementare Robb con una pistola. Potrebbe avere avuto anche un fucile, ma questo non è ancora confermato”, ha spiegato il governatore.

Secondo Pete Arredondo, il responsabile della sicurezza del distretto scolastico, Salvador Roma, l’autore della strage scuola elementare non ha avuto alcun aiuto. “Le indagini stanno portando a dirci che il sospettato ha agito da solo durante questo efferato crimine”, ha affermato. Arredondo ha confermato che l’aggressore è morto. Non ha fornito ulteriori dettagli sulle vittime della sparatoria.

La strage nella scuola di Uvalde, Texas, è un “atto di violenza senza senso” afferma il presidente degli Stati uniti Joe Biden. “Come segno di rispetto per le vittime – aggiunge il presidente – ho ordinato che la bandiera degli Usa alla Casa bianca sia posta a mezz’asta fino al tramonto del 28 maggio”. Lo stesso vale per “tutti gli edifici pubblici, le postazioni militari, le basi navali e su tutte le navi del governo federale, le ambasciate Usa, gli uffici consolari e le altre strutture all’estero, comprese quelle militari, le navi e le basi”.

Leggi anche:
Mattarella indice elezioni Csm: toghe votano 18 e 19 settembre

I media locali raccontano di una mattinata di paura nella scuola elementare del Texas, la Robb Elementary, dove si è registrata la sparatoria. A dare l’allarme la stessa direzione scolastica, mentre poco dopo le 13 ora locale di ieri il dipartimento di polizia di Uvalde aveva segnalato che ”l’uomo che ha sparato è ora in custodia della polizia”. La polizia ha affermato in un post su Facebook che c’era una grande presenza di agenti e ha chiesto alla popolazione di evitare la zona. Gli studenti sono stati portati alla Uvalde High School per il ricongiungimento con i genitori. Tra i deceduti c’è anche un maestro della scuola di 44 anni. L’Uvalde Memorial Hospital ha dichiarato su Facebook di essersi preso cura di “13 bambini”, precisando che due “erano morti” già al loro arrivo. Un bambino e un adulto erano stati trasferiti nell’ospedale universitario della città di San Antonio per poter ricevere cure adeguate, in prognosi riservata.

Intanto, l’Associazione nazionale Usa delle armi terrà la propria assemblea annuale a partire da venerdì a Houston, in Texas, lo stato dove ieri si è verificata la sparatoria in una scuola costata la vita a 15 persone. Il programma dell’evento prevede la partecipazione dell’ex presidente Usa Donald Trump e del governatore del Texas Greg Abbott.

Leggi anche:
Ucraina, missile russo colpisce centro commerciale. "Numero morti impensabile"
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti