Sull’Europa lo spettro della “legione straniera” islamista

Sull’Europa lo spettro della “legione straniera” islamista
24 novembre 2014

Si allunga sull’Europa lo spettro della “legione straniera” islamista. Dopo “Jihadi John”, il britannico sospettato di aver decapitato alcuni ostaggi, nell’ultimo agghiacciante filmato diffuso dall’Isis si scorge la presenza nelle file dei boia islamisti di due cittadini francese e molto probabilmente anche di un uomo di nazionalità gallese, un ventenne di Cardiff, riconosciuto dal padre che in seguito ha ritrattato. Ma anche le autorità belghe stanno indagando per accertare se uno degli uomini che appaiono nel filmato sia un latitante processato in contumacia in Belgio per appartenenza a un’organizzazione islamista.Le prove del reclutamento di miliziani europei sono concordanti e inquietanti, come spiega François Molins, procuratore della Repubblica di Parigi. “Da due anni stiamo controllando i movimenti di centinaia di persone direttamente collegate ai conflitti islamisti in Iraq e in Siria. Si tratta di un livello senza precedenti che ha imposto una serie massiccia di provvedimenti da parte dei servizi di sicurezza. Abbiamo registrato un incremento del 200% dal novembre 2013”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Coronavirus, più di 130 casi in 24 ore a Tokyo. Primo ministro restio al lockdown


Commenti