Sviluppo Termini Imerese, lavoratori ritornano a sperare

Sviluppo Termini Imerese, lavoratori ritornano a sperare
11 ottobre 2014

“I lavoratori di Fiat di Termini Imerese e dell’indotto, hanno giudicato positiva l’intesa raggiunta nella serata di ieri al ministero dello Sviluppo Economico, che prevede l’assunzione di tutti i lavoratori ex Fiat e la partenza degli investimenti per produzione dell’auto elettrica e ibrida”. Lo afferma il segretario nazionale Fim Cisl Ferdinando Uliano. “Abbiamo ribadito in assemblea l’importanza dell’intesa raggiunta anche per i lavoratori dell’indotto. Abbiamo evitato i licenziamenti e costruito le condizioni per la reindustrializzazione di un territorio in forte crisi, nello stesso tempo – ha aggiunto – abbiamo costruito le condizioni per dare le risposte anche per i 250 lavoratori dell’indotto. Su questo aspetto noi e i lavoratori chiediamo alla Regione e al Governo attraverso all’accordo di dare concretezza alle soluzioni industriali che da tempo ci vengono promessi”, ha concluso Uliano.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it
Leggi anche:
Carburanti, Consiglio di Stato boccia cartelloni dei prezzi medi


Commenti