Terremoto Milan, anche Gattuso verso addio

Terremoto Milan, anche Gattuso verso addio
Rino Gattuso
28 maggio 2019

Le strade di Rino Gattuso e il Milan sono destinate a separarsi. La decisione e’ maturata ieri in serata, dopo un incontro fiume avvenuto tra l’ormai ex tecnico rossonero e l’amministratore delegato, Ivan Gazidis: oggi dovrebbero arrivare i comunicati di rito. E così per il sesto anno di fila senza Champions, in attesa di un nuovo verdetto della Uefa che potrebbe ancora mettere in discussione l’Europa League, il Milan si prepara all’ennesima rivoluzione nel giro di pochi anni. L’ad Ivan Gazidis, subito dopo la fine del campionato, ha annunciato che nei prossimi giorni saranno affrontati “i passi successivi da intraprendere per continuare il percorso di crescita del club” da nemmeno un anno in mano del fondo Elliott. Oggi e’ attesa l’ufficializzazione dell’addio di Leonardo, il futuro di Paolo Maldini e’ ancora incerto.

In merito a Gattuso, sabato il calabrese aveva chiarito di voler proseguire “piu’ a lungo possibile il sogno di allenare il Milan”. L’indomani, pero’, dopo i 90′ sofferti di Ferrara gli accenni allo stress, alle notti insonni, alle pressioni eccessive hanno lasciato il sospetto che lui stesso abbia qualche dubbio: “Io le responsabilita’ me le sento addosso e so che le stesse sensazioni posso provarle solo in questa societa’. Pero’ non voglio lasciarci le penne”. Il senso e’ che senza un mercato di un certo tipo e’ difficile chiedere alla squadra molto piu’ dei 68 punti di quest’anno. L’allenatore e’ il primo a sapere che i vincoli per il fair play finanziario non consentono grandi investimenti, e non ha nascosto quanto gli avrebbero fatto comodo giocatori funzionali a un certo tipo di gioco e con esperienza, per gestire i momenti delicati. Giovani da valorizzare sono invece l’obiettivo di Gazidis, che su questo nei mesi scorsi ha avuto con Leonardo diversita’ di vedute che si sono gia’ rivelate decisive.

Il manager brasiliano potrebbe tornare al Psg, e non e’ ancora chiaro se Maldini restera’ con poteri piu’ ampi. Il mercato del Milan potrebbe essere affidato al portoghese Luis Campos, manager del Lille, club francese salvato dal fallimento grazie a un prestito di Elliott. Si profila quindi un terzo cambio di dirigenza in pochi anni, dopo la transizione della gestione Galliani al duo Fassone-Mirabelli, con Leonardo salito in corsa l’estate passata. Dal 2014 sono invece 7 gli allenatori che si sono alternati, da tempo non si programma e ne risente anche il vivaio, come ha dimostrato la retrocessione della Primavera, e non a caso si attende anche un nuovo responsabile del settore giovanile. L’unico exploit quest’anno e’ quello della squadra femminile, ma Carolina Morace, concluso il campionato al terzo posto, con due giocatrici in testa alla classifica marcatori, ha lasciato per dissidi con Leonardo. Potrebbe tornare dopo l’addio del brasiliano.

Leggi anche:
Eurotour, sette azzurri allo Scottish open
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti