Terrore in Finlandia, 2 morti in un attacco. L’attentatore ha gridato “Allah Akhbar”

18 agosto 2017

L’allarme terrorismo arriva in Finlandia, il Paese che appena pochi mesi fa era stato giudicato il piu’ sicuro al mondo dal World Economic Forum: a Turku, nel nord-ovest, un giovane armato di coltello ha ucciso due persone e ne ha ferite altre sette, prima di essere bloccato dalla polizia che gli ha sparato a una coscia. E’ accaduto vicino alla piazza del Mercato, nel centro della quinta citta’ del Paese scandinavo, che conta 170mila abitanti. L’allarme terrorismo arriva in Finlandia, il Paese che appena pochi mesi fa era stato giudicato il piu’ sicuro al mondo dal World Economic Forum: a Turku, nel nord-ovest, un giovane armato di coltello ha ucciso due persone e ne ha ferite altre sette, prima di essere bloccato dalla polizia che gli ha sparato a una coscia. E’ accaduto vicino alla piazza del Mercato, nel centro della quinta citta’ del Paese scandinavo, che conta 170mila abitanti. L’uomo avrebbe gridato “Allah Akhbar”, come si sente anche nei video registrati da alcuni testimoni, e questo rafforza il sospetto che si tratti di un attacco jihadista. Alcuni siti vicini all’Isis hanno esultato per l’azione, arrivata meno di 24 ore dopo gli attentati in Catalogna. “All’apparenza l’aggressore sembra straniero, ma sono in corso verifiche”, ha spiegato il ministro dell’Interno, Paula Risikko, recatosi subito a Turku, l’ex capitale finlandese che rimane un importante centro culturale e d’affari.

Leggi anche:
Coronavirus, calano i contagi ma non i ricoveri e i morti
Tra i feriti c’e’ una donna accoltellata a una spalla mentre spingeva un passeggino con il figlioletto di un anno. Alcuni passanti sono intervenuti e hanno cercato di bloccare l’assalitore, brandendo bastoni e una mazza da baseball. Anche dopo l’intervento della polizia si sono vissuti momenti di panico perche’ si era diffusa la voce, falsa, che gli aggressori fossero tre e gli agenti hanno invitato la popolazione a lasciare o a evitare il centro. La biblioteca centrale e un centro commerciale sono stati evacuati. Anche se la matrice non e’ stata ancora confermata, l’Isis ha subito fatto proprio l’attentato: “Dalla Spagna alla Finlandia: onore alla Jihad” ha twittato l’account jihadista ‘Inside the Khilafah'”. Il presidente finlandese, Sauli Niinistro, ha parlato di “atto orribile e codardo”. Con l’attacco di Turku anche la Finlandia rischia di entrare nella mappa del terrore in Europa. Sarebbe la prima volta che il tranquillo Stato scandinavo di cinque milioni di abitanti (di cui 70.000 musulmani) entra nel mirino del terrorismo islamico: finora nella sua cronaca nera spiccavano solo un paio di stragi nelle scuole, tra il 2007 e il 2008, con un bilancio di una ventina di morti. Negli ultimi mesi, pero’, gli 007 di Helsinki avevano gia’ allertato su una possibile minaccia jihadista: il 15 giugno l’agenzia di sicurezza del Supo ha innalzato il livello di allarme da basso a elevato, spiegando che il rischio di un attentato non era mai stato cosi’ elevato per la Finlandia. E a giugno la polizia aveva reso noto di aver sventato un attentato contro una chiesa a Helsinki.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti