Tim e Vodafone nel mirino dell’Antitrust

7 agosto 2014

L`Antitrust ha avviato due istruttorie “volte ad accertare il carattere scorretto delle condotte con cui sono state modificate le condizioni di fornitura dei servizi accessori denominati “Chiamami” e “Recall” di Vodafone e “Losai” e “Chiamaora” di Tim, rendendoli a pagamento”. Lo comunica la stessa Autorità. “Le aziende – si legge in una nota – potrebbero, infatti, aver violato le disposizioni del Codice del consumo ove l`adesione all`offerta dei servizi a pagamento, in sede di variazione delle condizioni di fruizione degli stessi o di sottoscrizione di nuovi contratti, dovesse risultare basata su meccanismi che non prevedono un consenso espresso del consumatore. Tali condotte potrebbero dare luogo anche a forniture non richieste. Inoltre, il messaggio inviato da Vodafone ai consumatori potrebbe presentare profili di ingannevolezza in merito ai reali costi del servizio”.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it
Leggi anche:
Redditometro, Giorgia Meloni annuncia la sospensione del decreto


Commenti