Uccelli imparano a fare nido, non dote dna

27 aprile 2014

La capacita’ degli uccelli di fare il nido sarebbe un’acquisizione basata sull’esperienza e non una dote innata dipendente dal dna. Lo suggerisce uno studio dell’universita’ inglese di St. Andrews pubblicato dalla rivista ‘Proceedings of the Royal Society B’. I ricercatori hanno studiato alcuni esemplari di diamante mandarino, un uccello della stessa famiglia dei passeri, facendoli crescere in ambienti ricchi di bastoncini flessibili o rigidi, con i secondi piu’ adatti alla costruzione del nido. Anche uccellini i cui genitori avevano imparato quale fosse il materiale migliore non si sono mostrati in grado di sceglierlo se messi di fronte a entrambi. “I nostri esperimenti hanno dimostrato due cose – scrivono gli autori – che gli uccelli scelgono il materiale per il nido in base alla sua struttura e che le scelte non sono innate, ma hanno una forte componente dettata dall’esperienza”.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it
Leggi anche:
Guglielmo Marconi, un omaggio al pioniere della comunicazione


Commenti