Ue boccia Spagna sui conti. E chiede misure aggiuntive su 2016

Ue boccia Spagna sui conti. E chiede misure aggiuntive su 2016
12 ottobre 2015

La Commissione europea boccia la Spagna sui conti pubblici, chiedendo a Madrid misure aggiuntive sui piano di bilancio del prossimo anno. In un parere pubblicato oggi, l’esecutivo comunitario avverte che sulla base dei piani sottoposti dalle autorità spagnole esiste un rischio di “non conformità al patto di Stabilità e di crescita”. In particolare, il commissario europeo agli Affari economici Pierre Moscovici ha parlato di stime eccessivamente ottimistiche della Spagna sulla crescita economica del 2016. Mentre le previsioni di deficit spagnole sono più basse di quelle dell’Ue, che si attende quest’anno un disavanzo dal 4,5 per cento del Pil sul prossimo al 3,5 per cento, invece del 2,8 per cento indicato da Madrid. Mancano poi i dettagli sulle misure che verranno prese dalle autorità locali. Per questo “la commissione invita le autorità nazionali a attuare rigorosamente le misure previste sul 2016 e a fare i passi necessari nella procedura di bilancio affinché il piano 2016 rispetti il Patto. La Commissione – ha aggiunto Moscovici – invita a presentare il prima possibile un piano di bilancio aggiornato che includa la specifiche sulle misure da parte delle autorità locali”.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it
Leggi anche:
Terzo mandato, Salvini: bocciato in commissione, poi aula sovrana


Commenti