Usa annunciano nuove sanzioni a Iran per repressione delle proteste

22 dicembre 2022

Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha annunciato nuove sanzioni contro cinque cittadini iraniani e un’entità, tra cui il procuratore capo dell’Iran e individui legati al Corpo delle guardie rivoluzionarie islamiche (IRGC), per la reazione del governo alle proteste contro il regime. Le sanzioni prendono di mira Montazeri per aver supervisionato la repressione dei manifestanti, così come i leader delle organizzazioni militari e paramilitari coinvolte nella repressione delle manifestazioni, ha indicato la dichiarazione.

 La società sanzionata, Imen Sanat Zaman Fara Company, produce attrezzature per le forze dell’ordine, inclusa la principale forza di soppressione delle proteste del governo, afferma la dichiarazione. Le sanzioni bloccano la proprietà e gli interessi dei bersagli negli Stati Uniti e impediscono alle persone statunitensi di trattare con i bersagli. Le sanzioni arrivano in una serie di risposte del governo degli Stati Uniti alle proteste antigovernative in Iran, scatenate dalla morte della 22enne Mahsa Amini durante la custodia della polizia. Il governo iraniano ha indicato che Amini è morta per un attacco di cuore dopo essere stata detenuta per aver indossato “impropriamente” un hijab, mentre i manifestanti sostengono che sia morta dopo essere stata picchiata dalla cosiddetta Polizia morale.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it
Leggi anche:
Putin: Russia svilupperà ulteriormente triade nucleare


Commenti