“Valeria Solesin è morta”, Roma sollecita Parigi per i riconoscimenti

“Valeria Solesin è morta”, Roma sollecita Parigi per i riconoscimenti
15 novembre 2015

Valeria Solesin, l’italiana che risultava dispersa non ce l’ha fatta, non è sopravvissuta all’inferno del Bataclan, il teatro preso d’assalto venerdì scorso a Parigi da un commando terrorista. La 28enne era dentro il Bataclan col fidanzato e due amici per il concerto degli Eagles of Death Metal quando poi è cominciata la mattanza che ha fatto 89 vittime. “A nome mio personale e di tutta la città di Venezia esprimo il cordoglio più profondo per la morte di Valeria Solesin”. Così, in un tweet di pochi minuti fa, il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che ha confermato la morte della giovane, aggiungendo: “preghiamo assieme”. L’ambasciatore e il console italiano sono all’obitorio a Place Mazas, da questa notte, per seguire da vicino la vicenda e la Farnesina è in costante contatto con i familiari della connazionale. Le autorità italiane, si apprende da fonti della Farnesina, stanno sollecitando la magistratura francese per la messa a disposizione degli elementi per l’identificazione dei cadaveri delle vittime degli attacchi terroristici.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Allarme nuova ondata coronavirus, mascherine obbligatorie anche all'aperto


Commenti