Via Lattea assorbì un’altra galassia 10 miliardi di anni fa

Via Lattea assorbì un’altra galassia 10 miliardi di anni fa
31 ottobre 2018

L’alone di stelle che circonda la Via Lattea è formato per la maggior parte dai resti di una collisione cosmica con un’altra galassia – di dimensioni pari a circa un quarto della nostra – avvenuta 10 miliardi di anni fa: è quanto risulta da uno studio pubblicato dalla rivista scientifica “Nature”. La collisione – un termine improprio, dato che avviene fra due corpi composti in massima parte di vuoto viste le enormi distanze medie fra le singole stelle – con Gaia-Enceladus non solo ha fornito il materiale grezzo per la formazione dell’alone della Via Lattea, equivalente a circa 600 milioni di masse solari, ma ne ha anche ingrossato il disco galattico.

Leggi anche:
Il robot col senso del tatto: così il chirurgo tocca il paziente

Lo studio si è avvalso dei dati della missione satellitare Gaia, lanciata dall’Esa nel 2013 e che ha permesso di misurare e ricostruire velocità e moti di gruppi di stelle: le osservazioni condotte nell’alone hanno confermato che la “firma chimica” della maggior parte delle stelle della regione era diversa da quelle “native” della Via Lattea. Se è noto che le galassie di grandi dimensioni si accrescono tramite l’assorbimento di altre galassie più piccole, fino ad ora non era chiaro se la Via Lattea avesse raggiunto le sue dimensioni attauli assorbendo nel tempo un gran numero di piccoli ammassi stellari oppure una singola grande galassia.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti