Volgograd diventa Stalingrado per 80 anni battaglia

Volgograd diventa Stalingrado per 80 anni battaglia
1 febbraio 2023

Ottant’anni dopo la devastante battaglia per Stalingrado nel sud della Russia, uno dei capitoli più sanguinosi della seconda guerra mondiale, l’anniversario del 2 febbraio per commemorare quella battaglia cruciale ha assunto un significato in più, alla luce dell’invasione dell’Ucraina e mentre le truppe russe combattono contro gli ucraini. Il Cremlino ha fatto di tutto per presentare il conflitto durato quasi un anno come l’ennesima lotta contro il nazismo, come quella di due generazioni fa nella città meridionale ora chiamata Volgograd. E mentre si attende la venuta del presidente russo, circola ovunque, come un mantra la frase: “Putin va a Volgograd, ma arriverà a Stalingrado”. Insieme con le immagini diffuse sui social che dimostrerebbero come i cartelli stradali “Stalingrado” sono stati collocati all’ingresso di Volgograd prima della visita di Vladimir Putin in città.

I simboli delle forze russe in Ucraina – le lettere Z e V – sono esposti fianco a fianco con striscioni e memoriali in onore delle truppe sovietiche. Il messaggio storico, che Mosca ancora una volta deve combattere il “fascismo europeo”, fa eco alle giustificazioni del presidente russo Putin, usate quando ha lanciato l’offensiva nel febbraio dello scorso anno, promettendo di “denazificare” l’Ucraina. L’amministrazione locale ha affermato che la segnaletica stradale “è stata temporaneamente sostituita in occasione dell’80° anniversario della vittoria nella battaglia di Stalingrado”. Nel 2013, la Duma della città di Volgograd ha deciso di rinominare la città Stalingrado per dieci giorni all’anno, compreso il 2 febbraio, giorno in cui si è conclusa la battaglia di Stalingrado.

Leggi anche:
Il centrodestra vince i ballottaggi, sono suoi 5 capoluogo su 7
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti