+6% acquisti stranieri non Ue

+6% acquisti stranieri non Ue
14 settembre 2017

Italia al passo con i competitor mondiali nel mercato immobiliare del retail, con via Montenapoleone a Milano sesta e via Condotti a Roma nona tra le prime 10 high street del mondo per costi di locazione. Lo dicono i dati di World Capital nel Fashion & High Street Report di Federazione Moda Italia, che vedono l’andamento immobiliare nel retail in crescita in città come Milano, Verona, Firenze e Bari, mentre ha rallentato a Napoli e Genova. Nel dettaglio moda italiano, dopo anni di negatività, sembra affiorare qualche segnale di reazione, dopo un 2016 di vendite non eccezionale, ma con un segno più davanti allo zero (+0,4%): lo dicono i dati dell’Osservatorio Acquisti CartaSi per Federazione Moda Italia sulle spese degli italiani con carta di credito nei negozi di Moda.

Leggi anche:
Cannabis, solo uso terapeutico

Quanto agli acquisti degli stranieri, l’indagine di Global Blue per Federazione Moda Italia evidenzia che, dopo un 2016 in calo dell’8%, facilmente prevedibile per il dopo Expo, i primi 5 mesi hanno registrato un incremento medio del 6% degli acquisti degli stranieri extra Ue per vendite e valore nel comparto “Moda e Accessori”, con i cinesi (28%) che restano al top della classifica dei clienti più attratti dallo shopping made in Italy, seguiti dai russi (15%), americani (7%), coreani (6%), arabi (5%) e giapponesi (4%). Milano si conferma meta privilegiata dei turisti extra Ue per gli acquisti di moda, seguita da Roma, Firenze e Venezia.

Leggi anche:
Concorsi truccati, arrestati 7 professori universitari per "sistematici accordi corruttivi"



Commenti