Allegri, premiata nostra compattezza 

Allegri, premiata nostra compattezza 
In prima piano Walter Mazzarri, sullo sfondo, Massimiliano Allegri
16 dicembre 2018

Ancora un derby vinto dalla Juventus, un’altra delusione per il Torino, battuto da un gol di Ronaldo che ha probabilmente punito eccessivamente i granata. Allegri, pero’, non ha nulla da rimproverare ai suoi ragazzi: “Nulla, assolutamente – risponde, un po’ sorpreso, l’allenatore della Juventus -. Abbiamo giocato la partita giusta e dopo un primo tempo in cui il gioco effettivo non e’ durato piu’ di 15 minuti, siamo cresciuti nella ripresa”. Nei primi 45′ i bianconeri hanno creato una sola occasione con Ronaldo, parata da Sirigu: “Il campo non permetteva di giocare, e in situazioni di questo tipo devi evitare di prendere gol. Abbiamo trovato la giusta compattezza, tutta la squadra aiuta i difensori. Una bella vittoria contro un bel Torino, lo sapevamo che sarebbe stato un derby equilibrato: siamo stati bravi a restare dentro la partita aspettando il momento giusto”.

Leggi anche:
Quarant'anni di storia italiana, la mostra Publifoto

Per la prima volta Allegri ha concluso la partita senza effettuare cambi: “Ho pensato che cambiando la squadra avrei potuto fare dei danni. – scherza il tecnico – Inoltre inserire un giocatore a -3, nel gelo di Torino, sarebbe stato un rischio”. La testa e’ al sorteggio degli ottavi di Champions, lunedi’: “Qualunque squadra andra’ bene, serviranno fortuna e condizione a marzo. Stiamo crescendo”. Arrabbiato per il risultato ma non per la prestazione, Mazzarri elogia la prova del Torino, convinto che i granata abbiano pagato un singolo episodio sfortunato: “Vero, l’ha deciso proprio un episodio e voglio dire bravi ai miei ragazzi perche’ hanno disputato una bella partita contro una corazzata”. Torino sfortunato anche per il ko di Sirigu dopo soli 20′ di gioco: “Voglio anche fare i complimenti ad Ichazo, ha dato sicurezza. Meritavamo il pareggio, un peccato non averlo conquistato”.

Leggi anche:
Montecarlo, Fognini e Sonego volano ai quarti

Merito anche del cinismo bianconero in attacco e della solidita’ difensiva che ha soffocato gran parte delle iniziative granata: “Hanno fatto una partita tosta, come in Champions, e noi siamo stati alla pari. Abbiamo avuto l’impressione che ci fossero uno o due rigori: quello su Zaza e anche un episodio su Belotti in area:il ‘Gallo’ stava saltando, gli e’ stato impedito, mi brucia tanto, sono incazzato nero. Perche’ se abbiamo fatto una riunione per andare vedere gli episodi chiave, questa sera non e’ stato fatto? In ogni caso – conclude l’allenatore granata – complimenti ai miei ragazzi. Si raccoglie troppo poco rispetto a quello che produciamo, ma abbiamo fatto una grande partita. E questa squadra sta giocando con veemenza e cervello”. Mazzarri assolve Zaza: “Ha fatto un errore in buona fede, ma la sua partita e’ stata generosissima”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti