Cagliari vince sfida salvezza, per Chievo è dura

Cagliari vince sfida salvezza, per Chievo è dura
30 marzo 2019

Il Cagliari stacca probabilmente il biglietto salvezza sbancando in maniera perentoria il Bentegodi. Un successo senza se e senza ma quello dei sardi alla loro seconda vittoria stagionale in trasferta dopo il blitz d’inizio stagione a Bergamo. Partita chiusa gia’ dopo i primi 45′. E dire che era stato il Chievo ad iniziare meglio la gara. Piglio autoritario quello dei veneti che nel primo quarto d’ora mettono alle corde il Cagliari. La palla ghiotta e’ di Meggiorini ma sul suo sinistro a colpo sicuro Gragno salva i rossoblu.

Poi alla prima vera e propria apparizione dalle parti di Sorrentino il Cagliari passa. Centro dalla sinistra di Pellegrini, si inserisce Pisacane che di testa batte il 40enne portiere gialloblu. E’ una mazzata per il Chievo che alla poca concretezza offensiva abbina anche lacune difensive che lo condannano. Perche’, in effetti, i padroni di casa non giocano male, costruiscono buone opportunita’ che pero’ non sfruttano e alla prima disattenzione prendono gol. Ovvio che di questo passo la squadra di Di Carlo lontano non puo’ andare. E a zittire definitivamente il Bentegodi ci pensa una grande giocata di Barella che spezza il forcing dei veneti e serve un assist al bacio per Joao Pedro che di destro batte nuovamente Sorrentino.

Chievo che scivola mestamente e che impreca alla malasorte quando Barba di testa incoccia il palo. Ribaltamento di fronte e tris sardo. Traversone dalla destra, Ionita si libera con forza di Depaoli e in tuffo di testa la mette nuovamente alle spalle del portiere del Chievo. Ripresa che ha poco senso e lo perde definitivamente dopo soli 6′. Depaoli si becca il secondo giallo e viene espulso dall’incerto Abisso. Inferiorita’ numerica che spegne anche il timido orgoglio di un Chievo ormai condannato alla retrocessione. Per il Cagliari una bella iniezione di fiducia in vista della sfida alla Juventus in terra sarda.

Rolando Maran e’ chiaramente soddisfatto del successo del Cagliari contro il Chievo. “Loro sono partiti veramente forte – ammette Maran – noi non riuscivamo a uscire dalla pressione e abbiamo sofferto. E’ stato bravo Cragno a tenerci in partita, poi dopo il gol abbiamo trovato le misure giuste, ci siamo distesi bene e il gioco e’ stato fluido. E’ un successo importante anche perche’ l’abbiamo ottenuto senza un giocatore come Pavoletti. In questa stagione abbiamo avuto una fase in cui avevamo pochi giocatori, adesso con tutto l’organico a disposizione diventa piu’ facile. I ragazzi stanno lavorando bene e i risultati sono questi. Barella? Secondo me qui e in Nazionale fa lo stesso ruolo, magari e’ diversa la posizione di partenza. E’ un giocatore capace di interpretare al meglio tutti i ruoli. La Juventus? Pensiamo partita in partita, oggi era importante perche’ volevamo un risultato in trasferta, adesso prepariamoci al meglio per affrontare con lo spirito giusto i bianconeri”.

Leggi anche:
Europei: Italia-Bulgaria 3-1,ora c'e' Francia

Mimmo Di Carlo, il tecnico del Chievo, ammette. invece, che “siamo di fronte ad una delle nostre prestazioni peggiori della stagione. Sono molto arrabbiato, domani mi faro’ sentire con la squadra perche’ queste gare non le possiamo fare. Creiamo molto ma non sfruttiamo e alla prima occasione per gli avversari andiamo sotto. Sono arrabbiato soprattutto per come abbiamo subito il secondo e il terzo gol. Certo che ad ogni nostro fallo scatta il cartellino. Nella ripresa siamo pure rimasti in dieci. Insomma tutto da dimenticare”

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti